Ambiente e tecnologia, temi centrali del progetto Life+Imagine

MeteoWeb

La connessione tra le esigenze di governo del territorio e gli strumenti tecnologici a supporto delle decisioni sono il focus del convegno. Le tematiche ambientali, per una loro analisi complessiva e strutturata, necessitano di informazioni fruibili ed organizzate secondo standard di interoperabilità. La sola disponibilità di archivi di dati ambientali ormai non è più sufficiente a rendere comparabili e utilizzabili le informazioni. Il workshop fa il punto sui risultati ottenuti nell’ambito del progetto LIFE+IMAGINE, che ha implementato un’infrastruttura basata su servizi web per l’analisi ambientale con l’obiettivo di fornire informazioni a supporto della pianificazione costiera e dei decision makers in alcuni siti pilota in Liguria e Toscana, in riferimento ai due scenari del progetto: frane e consumo del suolo in zone costiere. Gli strumenti tecnologici utilizzati riguardano sia le modalità di divulgazione delle informazioni tramite servizi web geografici dedicati (standard OGC ed ISO/TC 211), sia e soprattutto la costruzione dell’infrastruttura geografica che gestisce tali informazioni, in ottemperanza alla direttiva europea INSPIRE.

tecnologia futuristicaLIFE+IMAGINE è un progetto co-finanziato dal Programma LIFE+ Politica e Governance Ambientale e riguarda la gestione integrata della zona costiera e l’implementazione delle politiche ambientali di settore. È basato su un’infrastruttura di servizi web che implementa le specifiche della Direttiva INSPIRE (2007/2/EC) e integra diversi dati multi-sorgente, tra cui i dati dell’iniziativa europea di monitoraggio globale Copernicus. LIFE+IMAGINE ha lo scopo di condurre analisi ambientali e fornire informazioni immediatamente fruibili, come mappe e indicatori, utili alla gestione e alla pianificazione del territorio, al reporting ambientale e alla comunicazione e divulgazione. L’infrastruttura è applicata a più siti pilota in Liguria e Toscana in riferimento ai due scenari del progetto: frane e consumo del suolo in zone costiere. Il convegno è organizzato da Consorzio LaMMA e Regione Toscana in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze e con l’Ordine dei Geologi della Toscana Sessione tecnica – coordina Daniele Spizzichino (ISPRA).