Cambiamenti climatici: barriera corallina a rischio sbiancamento

MeteoWeb

I cambiamenti climatici mostrano già i loro effetti. Arriva, infatti, l’allarme degli esperti relativo alla Grande barriera corallina che presenta già segni di sbiancamento dovuti all’aumento delle temperature delle acque del mare. A riferirlo sono i ricercatori dell’Università del Queensland e dell’Agenzia americana e oceanica e atmosferica, che spiegano come questo fenomeno potrebbe aggravarsi se le condizioni non migliorano. Gli studiosi avevano già lanciato l’allarme a fine 2015 avvisando, infatti, che l’aumento della temperatura e il fenomeno El Niño avrebbero potuto provocare lo sbiancamento dei coralli.

Siamo preoccupati per gli eventi che si stanno verificando in numero sempre crescente di sbiancamento in piu’ punti della Grande barriera corallina, proprio mentre ci avviciniamo all’estate australe“, ha spiegato Terry Hugues, direttore del centro ARC. Il colore del corallo è dato da alghe simbiotiche e diventa più acceso in proporzione alla concentrazione di questo microorganismo. Nel momento in cui, l’ecosistema viene alterato, i polipi del corallo espellono l’alga simbiotica assumendo una colorazione più pallida o completamente bianca.