Cancro: stanziati 125 milioni di dollari per le immunoterapie

MeteoWeb

Un gruppo di filantropi, tra cui l’ex sindaco di New York Michael Bloomberg, ha annunciato una donazione record pari a 125 milioni di dollari per la ricerca farmacologica contro il cancro, portata avanti dalla Johns Hopkins University. Il corposo assegno servirà per sviluppare una nuovagenerazione di prodotti immunoterapici e la costruzione di un nuovo istituto ‘ad hoc’ all’interno dell’ateneo, che riunirà nella lotta contro i tumori esperti immunologia, genetica, microbiologia e ingegneria biomedica. “Non abbiamo ancora nessuna ‘pallottola magica’ per sconfiggere questa malattia – ha affermato Bloomberg al ‘Washington Post’ma l’immunoterapia sembra avere un potenziale enorme e potremmo essere vicini a un momento ‘Eureka’ unico“. Negli ultimi anni, in particolare, le scoperte in campo oncologico e immunoterapico hanno portato a una nuova classe di farmaci chiamati inibitori del ‘checkpoint’ immunitario, in grado di mobilitare le naturali difese dell’organismo affinché riconoscano e attacchino la neoplasia. La Johns Hopkins University ha assistito l’ex presidente Jimmy Carter: l’anno scorso gli era stato diagnosticato un melanoma che aveva attaccato il cervello. Carter è stato curato con successo utilizzando propria una nuova immunoterapia, insieme alla chemioterapia.