Ciclone “Doris”, freddo e nubifragi al centro/sud: le previsioni meteo dell’aeronautica militare per i prossimi giorni

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: una vasta area di bassa pressione interessa tutte le regioni centro-meridionali. In particolare il minimo presente tra le due isole maggiori mantiene tempo instabile su Sicilia, Sardegna orientale, aree ioniche e regioni del medio versante adriatico. Pressione relativamente alta al nord con correnti orientali che producono precipitazioni sparse sull’Emilia Romagna. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNord: nubi in graduale attenuazione sull’Emilia Romagna gia’ durante il corso del pomeriggio con residue piogge deboli che interesseranno l’Appennino emiliano e la parte piu’ meridionale delle coste nel corso del pomeriggio e della sera anche se le nubi lasceranno la regione dalla tarda serata; condizioni di cielo parzialmente nuvoloso sulle regioni di nord-est, sulla Liguria, specie le zone interne, e basso Piemonte in un contesto comunque prevalentemente asciutto. Sulle restanti regioni tempo stabile con spesse velature in transito. Formazioni di foschie dense e locali banchi di nebbia da dopo il tramonto nella pianura padano-veneta-romagnola e localmente lungo le coste adriatiche. Centro e Sardegna: sulla Sardegna nuvolosita’ irregolare con rovesci e temporali sparsi specie sul settore orientale mentre le altre zone della regione vedranno piogge sparse non abbondanti in attenuazione della serata. Sulle restanti regioni molte nubi sulle zone adriatiche con piogge sparse localmente anche a carattere di rovescio o temporale in attenuazione serale sulle Marche; deboli piogge su Umbria, zone interne del Lazio e zone appennini in attenuazione serale con eccezione delle zone interne del Lazio meridionale dove deboli piogge potrebbero verificarsi anche durante il corso della notte. Deboli nevicate sopra le aree appenniniche a quote superiori ai 1700 sul versante tirrenico e intorno ai 1200 metri su quello adriatico. Sud e Sicilia: tempo instabile su tutte le regioni con precipitazioni sparse che localmente assumeranno carattere di rovescio o temporale. Le precipitazioni si attenueranno durante il corso del pomeriggio sui settori centro-settentrionali della Sicilia ma poi nuovo peggioramento durante la notte specie sui settori meridionali ed orientali dell’isola. Le precipitazioni saranno persistenti sulle altre regioni con quantitativi di precipitazione anche abbondanti su Calabria, Basilicata e Puglia, specie sui settori ionici. Temperature: massime in lieve calo su Lombardia meridionale, sulle regioni di nord-est, Emilia Romagna e sulle regioni centrali adriatiche; in aumento sulle regioni centrali tirreniche, senza variazioni di rilievo altrove. Minime di domani: in lieve aumento sulle regioni nord-occidentali, in aumento piu’ marcato su Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Campania; senza variazioni di rilievo altrove. Ventimoderati settentrionali con temporanei rinforzi sulle regioni adriatiche centrali, Liguria, Toscana e Sardegna; in particolare sul versante orientale della Sardegna i venti saranno di forte intensita’. Moderati sud-orientali al sud, con rinforzi sulle coste ioniche di Calabria e Basilicata e Puglia; da deboli a moderati nordorientali sul restante centro; generalmente deboli variabili al nord con tendenza a divenire nord-orientali e a rinforzare lungo le coste dell’alto Adriatico. Mari: da poco mosso a mosso l’Adriatico con tendenza ad aumento del moto ondoso sul settore settentrionale e meridionale; da molto mossi ad agitati il mare ed il canale di Sardegna ed i settori occidentali del Tirreno centro-meridionale; molto mossi gli altri mari con moto ondoso in diminuzione lungo le coste tirreniche.

aeronautica militare1Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: qualche annuvolamento ancora compatto dara’ luogo a precipitazioni da locali a sparse su Emilia Romagna con fenomeni che assumeranno caratteristica nevosa in corrispondenza dell’Appennino emiliano, comunque in attenuazione per fine giornata. Sul resto del nord prevalenza di ampie schiarite seppur in presenza di nuvolosita’ medio alta in transito dal Triveneto verso le aree piu’ occidentali nel corso della giornata. Nubi queste che non saranno in grado di apportare precipitazioni di rilievo. Inoltre qualche addensamento piu’ basso tendera’ a sostare tra Lombardia centro-settentrionale e Piemonte occidentale ma anche su queste zone scarsa o nulla risultera’ la probabilita’ di precipitazioni. Banchi di nebbia, soprattutto al primo mattino, attesi sulla Pianura Padana. Centro e Sardegna: nuvolosita’ consistente su Sardegna con rovesci o temporali specie sulla parte orientale e meridionale dell’isola in graduale attenuazione a partire dalle ore pomeridiane. Molte nubi anche sulle regioni adriatiche con piogge o rovesci associati un po’ piu’ frequenti su Abruzzo e Appennino umbro-marchigiano con nevicate che si attesteranno a partire da 1200 metri di quota. Poche le nubi sul resto del centro peninsulare, salvo temporanei addensamenti che resteranno ancora presenti su basso Lazio e zone interne di Toscana con locali residui rovesci associati. Sud e Sicilia: maltempo diffuso su tutte le regioni con precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, anche abbondanti ed intense, soprattutto sulla Calabria ionica al mattino; dal pomeriggio seppur in parziale attenuazione, i fenomeni tenderanno ancora a coinvolgere gran parte del meridione sia insulare che peninsulare. Temperature: minime in diminuzione su Sicilia ed in forma piu’ attenuata sulle regioni settentrionali. In aumento sulle regioni centro-meridionali peninsulari ed per lo piu’ stazionarie altrove; massime in lieve aumento su Liguria, Pianura Padana e Sardegna, in lieve diminuzione su Puglia, Basilicata, Campania e Calabria; senza variazioni sostanziali sul resto del territorio. Ventidi provenienza settentrionale un po’ ovunque: deboli al nord ma con decisi rinforzi sulle regioni dell’alto Adriatico, Liguria e Appennino settentrionale; da moderati a forti sulle rimanenti regioni ma con tendenza a risultare moderati meridionali sulle aree ioniche della Calabria in rotazione da nordest sull’area crotonese. Mari: da molto mossi ad agitati i mari intorno alla Sardegna e lo Jonio; da mossi a molto mossi i rimanenti mari con tendenza a divenire agitato lo stretto di Sicilia durante le ore notturne.

aeronautica militare logoIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. DOMENICA 13 Nord: prevalenza di spazi sereni tra Triveneto, Lombardia centro-orientale e settore settentrionale di Emilia Romagna nonostante il passaggio di un po’ di nuvolosita’ medio-alta che pero’ non dara’ luogo a fenomeni di rilievo. Un po’ piu’ di nubi sul resto del settentrione con deboli piogge tra Piemonte, Liguria e Appennino emiliano dove le precipitazioni assumeranno carattere nevoso ma in forma molto localizzata. Attenuazione della fenomenologia per fine giornata. Centro e Sardegna: nuvolosita’ diffusa tra Marche, Abruzzo e parte orientale di Umbria con piogge o rovesci sparsi e nevicate in area appenninica intorno a 800-1000 metri. Tempo piu’ asciutto sul resto del centro peninsulare con nuvolosita’ medio-alta alternata ad ampie schiarite. Su Sardegna nubi a tratti compatte con brevi piogge sulla parte orientale e meridionale dell’isola, in attenuazione per fine giornata. Sud e Sicilia: ancora moderato maltempo su tutte le regioni con precipitazioni a prevalente carattere temporalesco che, seppur parzialmente, tenderanno a perdere di consistenza tra la sera e la notte. Temperature:  minime in aumento al nord e Sicilia ed in genere stazionarie altrove; massime in aumento al sud e senza sostanziali variazioni sul resto del territorio. Ventidi provenienza settentrionale: deboli al nord ma con rinforzi su alto Adriatico e Liguria; da moderati a localmente forti sul resto del territorio. Mari: tutti da mossi a molto mossi: localmente agitati mar di Sardegna e stretto di Sicilia ma con moto ondoso in graduale attenuazione. LUNEDI’ 14: condizioni in deciso miglioramento, all’insegna di spazi sereni sempre piu’ decisi, su tutto il nord e tra Toscana, Umbria e Marche. Nuvolosita’ variabile a tratti intensa sulle rimanenti regioni e sulle due isole maggiori con piogge sparse che risulteranno un po’ piu’ frequenti tra Calabria, Sicilia, Sardegna e Appennino centro-meridionale. I fenomeni si attenueranno per fine giornata anche se tenderanno a persistere sulla parte orientale della Sardegna anche nottetempo. MARTEDI’ 15: nuovo graduale aumento della nuvolosita’ dapprima al nordest e poi su tutto il settentrione e le regioni centrali. Tali nubi saranno accompagnate da nevicate sui rilievi alpini di confine e dal pomeriggio-sera da piogge sulle regioni adriatiche. Permane una instabilita’ abbastanza marcata al meridione con riferimento particolare a Campania, Calabria e Sicilia settentrionale. MERCOLEDI’ 16 e GIOVEDI’ 17: moderato maltempo al nord con nevicate su tutte le zone alpine e prealpine centrali ed occidentali e condizioni che tornano a peggiorare in modo deciso al centro ed al sud dalla seconda parte di mercoledi’ e per l’intera giornata di giovedi’. Attese nevicate a bassa quota nelle zone interne del centro specie tra Lazio e Abruzzo.