Disostruzione delle vie aeree: a Catanzaro un incontro sulla prevenzione

MeteoWeb

Disostruzione delle vie aeree” è il tema del convegno sul primo soccorso promosso dalla Presidente della Federazione Italiana Scuola Materna, Prof.ssa Marisa Fagà ed organizzato dalla responsabile dell’Unità Operativa Pediatria di Comunità dell’ASP di Catanzaro, dr.ssa Rossella Anfosso e dalla Coordinatrice dalla SIMEUP (Società italiana di medicina d’urgenza pediatrica) Dr.ssa Stefania Zampogna, che si è tenuto nella sala convegni del Liceo Scientifico” E. Fermi” di Catanzaro Lido, gentilmente messa a disposizione dal Responsabile Scolastico. Gli incidenti domestici rappresentano la prima causa di morte e di invalidità per i bambini e per gli adolescenti e la prima causa di ricovero per i bambini al di sotto di un anno di vita, secondo i dati  rilevati dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale.

Il detto “casa dolce casa” nasconde infatti, per i bambini della prima infanzia, pericoli assolutamente misconosciuti; in seguito, in età adolescenziale, anche la scuola diventa luogo di frequenti incidenti. La prevenzione è fondamentale non soltanto per limitare la mortalità, ma anche e soprattutto per ridurre la morbilità, ovvero le conseguenze invalidanti dovute ad incidenti. Qualsiasi incidente scolastico o domestico ci deve far porre sempre e comunque la domanda “Era evitabile?”. La maggior parte degli incidenti domestici, infatti, è prevedibile e prevenibile semplicemente attraverso alcune modifiche nell’organizzazione della casa o con banali accorgimenti e precauzioni e, sicuramente, con una maggior attenzione da parte di genitori ed insegnanti. La cultura della prevenzione unita alla conoscenza delle manovre di primo soccorso consentono di attivare la catena della sopravvivenza e di salvare una vita umana.

idratazione_bambiniAl corso, gestito dall’agenzia di eventi FRAME (Famiglie Ricerca Antidiscriminazione Minori ed Educazione), hanno partecipato 67 insegnanti delle scuole paritarie aderenti alla FISM (Federazione italiana scuola materna) della provincia di Catanzaro e Crotone. L’organizzazione ha previsto due momenti. La parte teorica, con l’ausilio di slides, sulla tipologia dei principali incidenti domestici, sulle misure preventive da adottare, nonché sulla terapia immediata di primo soccorso, in attesa dei soccorsi medici. La parte pratica si è tenuta con la dimostrazione della disostruzione da corpo estraneo, con l’ausilio di manichini perfettamente riproducenti l’anatomia e la fisiologia del lattante e del bambino. I discenti sono stati invitati a partecipare attivamente alla discussione e, soprattutto, ad eseguire le manovre di disostruzione sotto la guida degli istruttori di PBLS (Paediatric Basic Life Support). Informare e formare anche i non sanitari, ovvero diffondere la cultura della prevenzione e le capacità di agire in emergenza, questi i nobili obiettivi del corso che ha fornito abilità e conoscenze del “saper essere” e “saper fare” lasciando, inoltre, grande soddisfazione tra il corpo docente e gli organizzatori.

Il corso è stato tenuto dalla Dr.ssa Rosa Anfosso e dalla Dr.ssa Valentina Talarico Pediatra SIMEUP, con grande competenza e professionalità. La Presidente Marisa Fagà ha ringraziato l’ASP di Catanzaro nella persona del Direttore Generale Dott. Giuseppe  Perri e la Coordinatrice SIMEUP Stefania Zampogna, che hanno prestato la giusta attenzione alla richiesta della FISM.  Inoltre ha sottolineato la grande disponibilità della Dr.ssa Anfosso per aver condiviso la proposta FISM e per le attività di pediatra di comunità che svolge routinariamente nelle scuole materne. “L’aggiornamento delle insegnanti delle nostre scuole è uno degli obiettivi primari della FISM – ha aggiunto la Presidente Fagà – perché crediamo fermamente sia la carta vincente per la realizzazione di una vera Buona Scuola”. Il Direttore Generale dell’ASP ha manifestato la sua soddisfazione per l’intervento svolto da due professionalità di grande spessore scientifico riconosciuto anche sui livelli nazionali, augurandosi che iniziative simili possano essere ripetute anche in altri Comuni della Provincia di Catanzaro.

Ai discenti è stato somministrato un pre-test ed un post-test finalizzato alla verifica dell’apprendimento ed è stata consegnata la Guida orientativa sulle emergenze nei bambini “Salva una vita”, realizzata dal Ministero della Salute e dalla SIMEUP, nonché l’attestato di partecipazione.