Il Giappone ha iniziato a testare il suo “detector” di onde gravitazionali

MeteoWeb

Gli scienziati giapponesi hanno iniziato a testare il telescopio “Kagra” realizzato per rilevare le onde gravitazionali. Il telescopio “Kagra”, le cui due braccia misurano tre chilometri ciascuno, è installato in un tunnel a circa 200 metri di profondità nella miniera Kamioka, nella prefettura di Gifu (Giappone centrale) per ridurre al minimo il “rumore” sismico in una zona in cui i terremoti si verificano con grande frequenza. La miniera Kamioka è nota anche per essere un centro di ricerca dei neutrini, il cui studio è condotto dalla giapponese Takaaki Kajita, premio Nobel per la Fisica nel 2015 e direttore dell’Istituto di ricerca dei raggi cosmici di Tokyo.

onde gravitazionali giappone telescopio Kagra (3)Dopo aver controllato le prestazioni del telescopio con questo test, a cui ne seguirà un altro da effettuare nel mese di aprile, lo staff giapponese prevede di introdurre modifiche apportate al dispositivo per aumentare la sua sensibilità e iniziare a pieno regime tra il 2017 e il 2018. “Vogliamo essere parte della rete di osservazione internazionale delle onde gravitazionali nel più breve tempo possibile “, ha detto Kajita in una nota ufficiale. Le onde gravitazionali sono state scoperte il ??14 settembre dello scorso anno dai due “detector” LIGO, uno situato a Livingston (Louisiana, USA) e uno a Hanford (Washington), costruiti per rilevare estremamente piccole vibrazioni.

onde gravitazionali giappone telescopio Kagra (6)Il ricercatore dell’Università di Tokyo Osamu Miyakawa, un membro del gruppo di ricerca giapponese, ha detto che “vogliamo migliorare e rendere l’apparato di Kagra di grande livello di osservazione LIGO“. Il gruppo spera che il telescopio giapponese possa completare il lavoro dell’osservatorio guidato dagli Stati Uniti, e aiutare a scoprire qualche nuovo fenomeno astronomico osservando le increspature nello spazio-tempo causata dalla collisione dei buchi neri e supernove .