Maltempo Sardegna: danni e problemi al servizio idrico a causa delle forti piogge

MeteoWeb

Le piogge degli ultimi giorni hanno causato tanti problemi dai servizi fino alle infrastrutture del servizio idrico. “Dai disagi legati agli improvvisi guasti elettrici – spiega una nota di Abbanoa – fino alla difficoltà nel trattamento di un’acqua la cui qualità è condizionata in negativo dalle piogge, sono tante le emergenze che vedono impegnate le squadre del gestore idrico in tutte le zone della Sardegna. Abbanoa sta comunque garantendo il massimo impegno per ripristinare, laddove necessario, le condizioni ottimali di trattamento e garantire la potabilizzazione dell’acqua. L’operatività nei territori è inoltre garantita dalla presenza costante degli operatori in tutti gli impianti“.

Tra le zone più colpite, troviamo: Santu Lussurgiu dove si è verificato un disservizio alla linea elettrica che alimenta l’impianto di sollevamento idrico nella sorgente di Bau Pirastu, danneggiando il sistema di clorazione. Continuano i lavori di riparazione. E’ stata data comunicazione preventiva all’Asl e ai Comuni interessati: Fordongianus, Villanova Truschedu, Ollastra, Simaxis (compreso San Vero Congius), Zerfaliu, Siapiccia, Siamanna, Villaurbana, Ghilarza, Abbasanta, Norbello, Borore, Sedilo, Noragugume, Dualchi, Aidomaggiore, Boroneddu, Tadasuni e Zuri. A Montresta si è verificato un altro guasto elettrico, che ha avuto ripercussioni sull’impianto di sollevamento di Barasumene al servizio del comune. L’Enel ha terminato le riparazioni nelle prime ore del mattino. Le scorte nei serbatoi hanno garantito il servizio durante la notte, ma i bassi livelli delle scorte stanno comportando altri disagi.

A Nurri e Orroli, l’aumento della torbità dell’acqua grezza ha comportato la sospensione del prelievo per l’impianto di potabilizzazione di Pranu Monteri. I tecnici di Abbanoa hanno assicurato un’alimentazione alternativa dei due centri utilizzando sorgenti locali. A Villacidro le pioggia ha causato un aumento della torbidità nell’acqua grezza proveniente dall’invaso di Monte Mannu, che alimenta il potabilizzatore di Villacidro E’ stato necessario anche in questo caso fermare l’impianto. L’erogazione all’utenza è garantita dagli accumuli presenti nei tre serbatoi.