Maltempo, situazione drammatica al Sud: 2 morti in Calabria, piogge alluvionali verso Puglia e Basilicata [LIVE]

MeteoWeb

Il maltempo imperversa con violenza al Sud Italia, e come previsto nei giorni scorsi i fenomeni temporaleschi si stanno rivelando particolarmente estremi. In Calabria addirittura killer: due persone sono morte nel catanzarese, precisamente in contrada Lenza Grande a Sant’Eufemia di Lamezia Terme, per la piena di un piccolo affluente del torrente Turrina, ingrossato dalle piogge torrenziali delle ultime ore. Frane e smottamenti in molte altre località, tutti fenomeni monitorati dal personale della Protezione civile regionale della Calabria ed elaborati dal Centro funzionale multirischi dell’Arpacal.

Torrente Ferro al confine tra Amendolara e Roseto Capo Spulico 02La stessa Protezione civile è intervenuta nel comune di San Floro dove lo straripamento del torrente Marricello ha distrutto l’unica strada comunale di collegamento causando l’isolamento di tre abitazioni, di un’azienda agricola e del canile municipale di Catanzaro. Sono immediatamente iniziati gli interventi più urgenti per il ripristino della viabilità.

torrente Marricello San Floro CZ 01I dati pluviometrici sono impressionanti. Tra le principali località regionali, spiccano gli 81mm di Catanzaro. Nel capoluogo infatti nelle prime ore del mattino s’è verificata una vera e propria alluvione lampo: se fosse accaduto in pieno giorno sarebbe stato un disastro. Tra le altre città principali, 52mm a Corigliano Calabro, 38mm a Vibo Valentia, 26mm a Crotone, 22mm a Lamezia Terme, 21mm a Reggio Calabria, 17mm a Cosenza.

Ma i dati più significativi arrivano dal versante orientale della Sila, dove gli accumuli (aggiornati alle ore 15, e ancora parziali) sono spaventosi: Crucoli 98mm, Pagliarelle 92mm, Petronà 91mm, Cotronei 87mm, Cirò Marina 84mm, San Nicola dell’Alto 81mm, Cariati Marina 71mm, Cirò Superiore 66mm.

CNMC_LAM_201603171415_ITALIA_IRLI@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@Piogge torrenziali anche nell’estremo Nord della Calabria, e in Basilicata dove i fenomeni si stanno intensificando proprio adesso, nel corso del pomeriggio. Sul versante orientale del Pollino abbiamo 99mm a Capo Spulico, 75mm ad Albidona e 63mm ad Oriolo. In Basilicata 62mm a Grassano, 50mm a Pisticci e 41mm a Miglionico. Sono le aree in cui nel weekend erano caduti fino a 150mm di pioggia con l’esondazione del Basento nel materano: tra oggi pomeriggio e domattina pioverà ancora in modo violento e le conseguenze sul territorio potranno essere pesantissime.

prog_sat_vis_msgAllerta Meteo di massimo livello per le prossime ore, quindi, non solo in Basilicata ma anche in Puglia: il “tacco” d’Italia sarà colpito in pieno dai violenti temporali che stanno risalendo il Golfo di Taranto e si abbatteranno sul Salento. Dopotutto dopo Siracusa ieri e Catanzaro oggi, la naturale conseguenza della risalita di questo sistema temporalesco è proprio il suo accanirsi sulla Penisola Salentina dove potrebbero verificarsi persino trombe d’aria.

image1Attenzione a oggi pomeriggio, stasera, alla prossima notte e anche domattina: i fenomeni persisteranno ancora per altre 24-36 ore. Piogge e temporali sparsi anche su Marche, Abruzzo, Molise, basso Lazio, Campania, Calabria e Sicilia. Nevica sugli Appennini a partire dai 1.000/1.200 metri di altitudine, come in pieno inverno, prima del miglioramento atteso nel weekend, mentre al Nord e nelle Regioni centro/settentrionali tirreniche è tornato a splendere il sole e fa caldo con temperature elevate. Nel cuore delle Alpi, Merano ha raggiunto i +18°C e Bolzano i +17°C. In Friuli Venezia Giulia, Udine e Pordenone sono arrivate a +17°C ma spiccano i +19°C di Pagnacco. Clima mite anche al Nord/Ovest: a Torino splende il sole con +13°C dopo la nevicata e il gelo di ieri. Caldo anche a Roma e Grosseto con +18°C, Latina e Pratica di Mare con +17°C. Nel weekend temperature in aumento in tutt’Italia, soprattutto domenica 20, il giorno dell’equinozio di primavera. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: