Maltempo: stato di crisi per Veneto orientale e zone montane

MeteoWeb

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha firmato lo stato di crisi per i danni causati ieri dal maltempo nel Veneto Orientale e in tutte le aree montane del Veneto. “L’assessore Gianpaolo Bottacin, in sopralluogo nelle aree più colpite, ha tempestivamente attivato la Protezione Civile regionale per verificare e censire i danni dalla bufera di ieri al fine di predisporre tutta la documentazione necessaria per la declaratoria“, fa sapere il presidente. Con la firma del decreto viene riconosciuta l’attivazione delle componenti professionali e volontarie del sistema regionale di Protezione Civile per garantire il coordinamento e l’assistenza agli enti locali per l’intervento di soccorso e il superamento dell’emergenza. La ricognizione puntuale dei danni – si spiega in una nota – prosegue in queste ore e la dichiarazione dello stato di crisi da parte del presidente della Regione consente di attivare il percorso di richiesta risarcitoria previsto dalla legge nazionale 225/1992. L’assessore Bottacin, con i tecnici della Protezione Civile regionale, ha già raccolto una corposa documentazione su quanto è avvenuto nel Portogruarese e nel Veneto Orientale e nelle diverse aree montane del Veneto, dalla Lessinia all’Altopiano di Asiago, alle montagne bellunesi.