Medicina: scoperti due nuovi composti che contrastano lo staphylococcus aureus

MeteoWeb

Gli antibiotici che sono stati resi inefficaci dallo  Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (Mrsa) potrebbero rinascere grazie a dei composti in grado di ripristinare la suscettibilità del batterio. I composti scoperti non hanno capacità antimicrobiche innovative per conto proprio, ma diventano letali per i batteri nel momento in cui vengono combinati con gli antibiotici esistenti, offrendo una potenziale nuova strategia contro Mrsa e altri ‘superbug’. Lo Stafilococco è una grave minaccia per la salute in tutto il mondo ed è la seconda causa di morte per infezioni batteriche. Questo batterio è stato riconosciuto resistente a tutta la classe degli antibiotici ?-lattamici, che comprende penicillina e meticillina.

Da qui il bisogno urgente di sviluppare nuovi medicinali o, in alternativa, aumentare l’efficacia di quelli esistenti.Su ‘Science Translational Medicine‘ scienziati dei Merck Research Laboratories di Kenilworth guidati da Sang Ho Lee raccontano di aver condotto una selezione di farmaci inibitori dell’acido teicoico, componente strutturale delle cellule del batteri che si pensa sia alla base della resistenza ai ?-lattamici del Mrsa. I ricercatori hanno identificato due composti sintetici, che hanno chiamato tarocin A e tarocin B, che bloccano un enzima che avvia la produzione di acido teicoico.  Nella coltura, i composti da soli non ha avuto effetto, ma se abbinati con ?-lattamici hanno ucciso vari ceppi di Mrsa. Stessi risultati anche sui topi: gli animali trattati con entrambi i farmaci hanno mostrato una marcata riduzione dell’infezione e un miglioramento della sopravvivenza. I ricercatori affermano che con un ulteriore sviluppo, si potrebbe arrivare a formare una nuova classe di coadiuvanti per rilanciare l’efficacia dei ?-lattamici.