Meningite, Toscana: “esiste un 5% di possibilità che il vaccino non sia efficace”

MeteoWeb

Sembrerebbe che la donna di 58 anni colpita da meningite a Empoli, che era stata vaccinata all’inizio di marzo “avesse una condizione personale di immunodepressione” per questo motivo ha reagito positivamente. A dichiararlo è l’assessore della Regione Toscana al diritto alla Salute Stefania Saccardi. L’assessore ha sottolineato che esiste un 5% presumibilmente di casi nei quali il vaccino non è efficace, ma nel 95% dei casi lo è e resta comunque l’unica barriera, l’unica difesa contro questo batterio particolarmente aggressivo che è il meningococco C e che insiste in modo particolare in una zona della Toscana, lungo la valle dell’Arno e la zona dell’Empolese è sicuramente quella più colpita“. Quello di Empoli è il sedicesimo caso dall’inizio dell’anno.