Obama a Scott Kelly: “Grazie alla sua impresa arriveremo su Marte”

MeteoWeb

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ne è convinto: grazie alla sua impresa arriveremo su Marte. E’ quanto ha riferito nel corso di una telefonata all’astronauta Scott Kelly, partecipante americano della missione dei ‘gemelli spaziali’ che si è conclusa con il suo rientro a Terra dopo un anno sulla Stazione Spaziale Internazionale. Durante la missione i suoi parametri vitali sono stati confrontati con quelli del suo gemello identico Mark, rimasto a Terra. In questo modo sono stati raccolti dati preziosi per studiare le conseguenza dell’assenza di peso sull’organismo umano e per capire come tutelare la salute degli astronauti che in futuro partiranno alla volta di Marte. Obama ha ringraziato Kelly anche per aver “ispirato una nuova generazione di giovani a seguire studi e carriere in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica“. “Grazie al lavoro di Kelly, insieme a quello di tutta la Nasa e dell’industria spaziale americana – nota la Casa Bianca – il presidente e’ convinto che gli Stati Uniti compieranno con successo il loro viaggio verso Marte e continueranno a guidare ed ispirare il mondo in tema di esplorazioni spaziali“.