Ondata di caldo anomalo: le previsioni meteo dell’aeronautica militare per oggi e domani

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: la Penisola e’ interessata da un flusso di correnti mediamente occidentali in un contesto di pressione relativamente alta; infiltrazioni di aria piu’ instabile tendono a giungere sui settori alpini a causa dello scorrere, sull’Europa centrale, di un sistema nuvoloso di origine atlantica. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: cielo molto nuvoloso o coperto sulle zone alpine e prealpine con associate deboli precipitazioni che assumeranno carattere nevoso a partire da 1800-2000 metri soprattutto in prossimita’ delle aree di confine di Piemonte e Lombardia; nubi sparse alternate a schiarite sul resto del settentrione seppur con qualche addensamento piu’ compatto e qualche pioggia su Liguria, Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia. Attenuazione dei fenomeni su queste ultime regioni durante le ore notturne. Foschie dense e locali banchi di nebbia nelle zone pianeggianti in dissolvimento parziale durante la mattinata. Centro e Sardegna: cielo sereno su Sardegna; prevalenza di ampi spazi sereni sulle regioni peninsulari nonostante qualche nube bassa e locali e temporanee riduzioni della visibilita’, su Lazio, Toscana centro-settentrionale ed Umbria occidentale in rapido dissolvimento salvo sulle aree appenniniche dove, durante le ore pomeridiane, gli addensamenti persisteranno fin verso sera. Sud e Sicilialocali annuvolamenti su Campania con associati banchi di nebbia nelle zone interne in rapido dissolvimento e comunque inseriti in un contesto dominato da tempo stabile e cielo in prevalenza sereno sia sul resto delle regioni peninsulari che sull’isola. Temperaturemassime in lieve diminuzione su Piemonte e Lombardia, in rialzo altrove, con valori piu’ elevati su Sicilia e Sardegna. Venti: deboli di direzione variabile al nord con qualche rinforzo da meridione su Liguria e alto Adriatico; deboli meridionali sulle rimanenti regioni ma con rinforzi sulle due isole maggiori, su liguri di levante, lungo le coste di Toscana e Lazio e sulle regioni del medio-alto Adriatico. Mari: poco mossi lo ionio ed il basso Adriatico; da poco mossi a mossi i restanti mari ma con moto ondoso in aumento durante la seconda parte della giornata su stretto di Sicilia, mar Tirreno e mar ligure.

aeronautica militareIl Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNordnuvolosita’ abbastanza diffusa ma poco consistente su tutte le regioni ad eccezione di Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia occidentale dove le nubi saranno decisamente piu’ compatte ed associate a precipitazioni. I fenomeni saranno piu’ diffusi tra l’alto Piemonte e la Lombardia orientale ed assumeranno carattere nevoso sulle Alpi centro-occidentali a partire da 1800-2000 metri di quota. Nel corso del pomeriggio deboli piogge interesseranno anche le altre regioni eccezion fatta per l’Emilia Romagna. Centro e Sardegna: cielo in prevalenza velato a causa di nubi alte e sottili che dall’isola gia’ al mattino tenderanno a coprire rapidamente anche tutte le regioni peninsulari. Sud e Siciliacielo in prevalenza sereno anche se non mancheranno nubi basse e riduzioni della visibilita’ per banchi di nebbia al primo mattino su Puglia e zone interne di Basilicata. In tarda mattinata velature alte e sottili si porteranno dapprima verso Sicilia occidentale e Campania per poi dirigersi sul resto del meridione. Temperatureminime in generale aumento, piu’ sensibile sulle due isole maggiori; massime in lieve diminuzione su Piemonte e Liguria di ponente ed in aumento sul resto della Penisola, specie su Sardegna e settori tirrenici meridionali. Venti: moderati meridionali un po’ ovunque con rinforzi su Sicilia occidentale, Sardegna orientale, coste di Toscana, Lazio e Marche. Tendenti a divenire nordorientali sull’area di Trieste e di maestrale anche sostenuto su Sardegna occidentale durante le ore notturne. Mari: da poco mosso a mosso lo Ionio ed il Tirreno meridionale settore orientale; da mossi a molto mossi i rimanenti mari con tendenza a divenire agitato il Tirreno meridionale settore occidentale.