Pasqua 2016: neve tardiva porta un “boom” di turismo sulle montagne olimpiche del torinese

MeteoWeb

La neve tardiva fa sorridere le montagne olimpiche del torinese. Le abbondanti nevicate delle ultime settimane risollevano il morale degli operatori turistici che sperano che una Pasqua da tutto esaurito possa compensare almeno in parte le perdite registrate a inizio stagione. “Il weekend di Pasqua ci fa ben sperare – sottolinea all’Adnkronos Valter Marin, sindaco di Sestriere e presidente dell’Unione montana dei comuni olimpici Via Lattea – gli alberghi sono pressoché al gran completo, ci sono ancora numerose presenze straniere, soprattutto inglesi, e attendiamo l’arrivo dei turisti delle seconde case. Inoltre, le piste grazie alle nevicate degli ultimi giorni sono in condizioni perfette“.

“Chi ha scelto la montagna per trascorrere le vacanze pasquali potrà, dunque, beneficiare di una situazione ottimale che se non ci permetterà di riscattare del tutto la stagione fortemente compromessa dalle anomale temperature di dicembre e gennaio quando anche l’innevamento artificiale era difficile, ci aiuterà a chiudere in positivo i mesi di febbraio e marzo”, conclude.