Pasqua 2016: vacanze estive anticipate, 1 stabilimento balneare su 2 sarà aperto

MeteoWeb

Sembrerebbero essere aumentati gli stabilimenti balneari aperti in occasione della Pasqua. Infatti, nonostante la Pasqua sia a marzo per il presidente del Sindacato Italiano Balneari, Riccardo Borgo “senza dubbio l’affluenza in spiaggia dipenderà dalle condizioni atmosferiche – continua Borgo – ma siamo ottimisti dal momento che le previsioni sono abbastanza buone su tutta la Penisola ed indicano le località di mare quale meta preferita per trascorrere queste vacanze. La Pasqua per le nostre imprese è sempre coincisa come test per la stagione estiva, quest’anno, anche se la festività è ‘bassa’, oltre 5.000 imprese aderenti al sindacato sono già oggi in grado di garantire i propri servizi“.

In caso di maltempo, gli imprenditori si sono organizzati con alcune proposte alternative, come ad esempio: sale tv, tavoli da gioco per adulti, spazi di intrattenimento riservati ai bambini, tornei di carte e addirittura lampade abbronzanti. La maggior parte degli imprenditori non modificherà le tariffe dei servizi di spiaggia del 2015, ma saranno proposti pacchetti anche più convenienti. Abbiamo l’esigenza di una riforma che definisca il nostro futuro – conclude Riccardo Borgoe che contenga alcuni punti fermi, quali: il legittimo affidamento, il riconoscimento della proprietà delle imprese (anche se sorgono su suolo pubblico), il doppio binario (evidenze pubbliche immediate per le nuove concessioni e 30 anni di periodo transitorio per le attuali imprese), lo spostamento della linea demaniale (laddove è possibile), il riconoscimento del valore di mercato e la revisione dei canoni demaniali, (troppo squilibrati soprattutto per i pertinenziali)“.