Pasqua e Pasquetta in Italia: boom turisti e code ai musei, tutti pazzi per la cultura del Bel Paese

MeteoWeb

Bilancio positivo per gli operatori turistici in Italia per le feste pasquali, primo test in vista degli arrivi attesi per la primavera e l’estate. Se la Pasquetta e’ stata in parte guastata dalla pioggia, con otto milioni di italiani che non hanno comunque rinunciato alla gita fuori porta, molte mete culturali hanno fatto il pieno tra la domenica e il lunedi’: 36.000 presenze al Colosseo, 25.000 a Pompei, 22.000 ai Musei e Giardini Reali di Torino e 20.000 agli Uffizi a Firenze. I dati sono stati forniti dal ministro dei Beni e delle attivita’ culturali, Dario Franceschini, che sottolinea come si tratti di dati in significativo aumento rispetto all’anno scorso. Tra le citta’ Mantova, capitale italiana della cultura, che registrato numeri di visitatori record per musei, palazzi e chiese. Nel giorno di Pasqua a palazzo Ducale ci sono stati quasi 2.500 ingressi. Nelle quattro ore di apertura della chiesa di Santa Barbara le visite sono state quasi 2mila e oltre 1.500 a Sant’Andrea. Presi d’assalto pure il Museo archeologico e Palazzo Te, aperto pure a Pasquetta. Il premier, Matteo Renzi, ha twittato “citta’ italiane piene di turisti nonostante il tempo. Un abbraccio a @mattpalazzi e a Mantova capitale della cultura (piu’ 40% su Pasqua 2015)”. A Milano sono stati 10 mila i visitatori dei musei civici aperti a Pasqua e delle mostre aperte al pubblico sia domenica che lunedi’. Il Castello Sforzesco e’ stata la meta piu’ visitata a Pasqua, in una giornata primaverile. I musei del Castello hanno registrato 2400 ingressi, seguiti dal Museo del Novecento che ha accolto un migliaio di visitatori. Aperti anche l’Acquario Civico, il Mudec, il Museo di storia naturale, la Galleria di Arte Moderna, il Museo Archeologico, Palazzo Morando e il Museo del Risorgimento. Oltre 4000 persone si sono messe in coda per le mostre di Palazzo Reale nelle giornate di domenica e lunedi’.

museo nazionale della scienza e della tecnologia milanoA Torino l’attrazione principale sono stati i Giardini Reali che in pochi giorni dalla riapertura hanno totalizzato 15.000 visitatori e gli operatori hanno stimato in 20 milioni di euro il giro d’affari delle giornate pasquali con 30.000 turisti che hanno speso una media di 600 euro a testa. Pienone pure a Venezia, con qualche polemica per l’insufficienza del numero delle corse dei vaporetti per far fronte al massiccio afflusso di turisti a Pasqua e Pasquetta. E’ andata bene anche a Genova e in Liguria dove per Pasqua si e’ registrato il pieno e pure da localita’ balneari come Rimini sono arrivate notizie di tutto esaurito nei ristoranti con una percentuale di riempimento degli alberghi intorno all’85%. L’unica a risentire in qualche misura dell’effetto delle stragi a Bruxelles potrebbe essere stata Roma, dove il Codacons ha stimato una flessione degli arrivi rispetto alla Pasqua 2015 oltre il 5 per cento, nonostante la massiccia presenza di fedeli in Piazza San Pietro per la messa di Pasqua e i 36.000 che in 48 ore si sono messi in fila al Colosseo. Per Pasquetta sono stati otto milioni gli italiani che hanno scelto di fare una gita fuori porta, magari con il classico picnic nel verde nel rispetto della tradizione, nonostante il tempo incerto. E’ quanto ha stimato la Coldiretti nel sottolineare che l’Italia puo’ contare su 871 parchi e aree naturali protette che coprono ben il 10 per cento del territorio. Insieme a salumi, formaggi, uova sode e le tradizionali grigliate sul posto, ma anche al piu’ moderno finger food, tra i piatti piu’ gettonati del lunedi’ dell’Angelo si classificano – sottolinea la Coldiretti – polpette, frittate di pasta o di verdure, pizze farcite, ratatouille e macedonia, ma anche colomba farcita da creme realizzate con la “cucina del giorno dopo”.

Il tweet del premier Renzi

Citta’ italiane piene di turisti nonostante il tempo. Un abbraccio a Mattia Palazzi (Sindaco di Mantova, ndr) e a Mantova capitale della cultura (piu’ 40% su Pasqua 2015)“. Matteo Renzi, presidente del Consiglio e segretario Pd, lo scrive su Twitter.