Peggioramento da stasera al centro/sud: le previsioni meteo dell’aeronautica militare per oggi e domani

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un debole sistema nuvoloso interessa marginalmente il settore dell’alto Adriatico, nel contempo un minimo in approfondimento tra Algeria e Tunisia tende a determinare un peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro/sud, ad iniziare dalla Sardegna. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: annuvolamenti anche compatti sull’Emilia-Romagna daranno luogo a precipitazioni specie a ridosso dell’Appennino; sereno o parzialmente nuvoloso altrove ma con annuvolamenti in sviluppo nel corso della giornata tra Lombardia e Piemonte con locali precipitazioni che a fine giornata si localizzeranno specie a ridosso delle Prealpi piemontesi. Al mattino foschie dense o nebbie in banchi sulla Pianura Padana centro-orientale e su quella veneta. Centro e Sardegna: sereno o parzialmente nuvoloso sull’isola ma con rapido aumento della nuvolosita’ con precipitazioni in intensificazione che diverranno temporalesche dal pomeriggio; annuvolamenti compatti sulle Marche con precipitazioni che si estenderanno anche all’Abruzzo, mentre ampie schiarite interesseranno le rimanenti zone del centro peninsulare, ma con nubi in aumento dal pomeriggio con precipitazioni in arrivo, inizialmente deboli, in successiva intensificazione serale, anche temporalesche sulla Toscana. Sud e Siciliainizialmente cielo sereno o velato per nubi alte stratiformi poco significative fara’ seguito un generale aumento della nuvolosita’ ad iniziare da ovest con precipitazioni in estensione nel corso del pomeriggio, divenendo anche temporalesche dalla sera sulla Campania, Molise e Puglia. Temperaturein aumento nei valori minimi al centro-sud; stazionarie al nord; massime in ulteriore aumento al sud; stazionarie al centro, in diminuzione al nord. Venti:  moderati da sudest al sud con rinforzi sull’area ionica ed in particolare sulla penisola salentina; deboli da est nordest al centro-nord, tendenti a rinforzare ad iniziare dalla Liguria e coste adriatiche per divenire forti dalla sera settentrionali sulla Sardegna e di grecale al centro e coste dell’alto Adriatico. Mari: agitati lo Jonio e il basso Adriatico; mossi o molto mossi tutti i rimanenti mari ma con moto ondoso in rapido aumento dalla sera su tutti i bacini centro-settentrionali ed i mari circostanti al Sardegna che diverranno agitati o molto agitati.

aeronautica militareIl Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNordcielo sereno o poco nuvoloso, con qualche nube in piu’ ed isolati piovaschi sulle regioni occidentali al mattino. Centro e Sardegna: nuvolosita’ diffusa un po’ su tutte le regioni, piu’ consistente su quelle adriatiche ed appenniniche, con piogge associate, piu’ intense al mattino su Marche, Abruzzo e Sardegna dove saranno associate anche a temporali; quota neve in area appenninica a partire da 600-700 metri. Graduale miglioramento pomeridiano a partire da Toscana, Sardegna ed alto Lazio. Sud e Siciliacondizioni di spiccato maltempo con molte nubi e precipitazioni ovunque, abbondanti ed a prevalente carattere di rovescio o temporale sui settori tirrenici e sulla Sicilia settentrionale, in progressiva attenuazione dal tardo pomeriggio. Temperatureminime in diminuzione al centro-nord, sulle due isole maggiori e sulla Calabria, in lieve aumento sulle restanti zone; massime in flessione ovunque, piu’ decisa al centro-sud. Ventimoderati settentrionali con locali rinforzi sulle due isole maggiori, su Liguria, coste dell’alto Adriatico, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche ed alto Lazio; moderati sudoccidentali con locali rinforzi su Calabria e Puglia, tendenti a divenire nordoccidentali dal tardo pomeriggio; deboli settentrionali altrove, con rinforzi dal pomeriggio su Abruzzo e Molise. Mari: da agitati a molto agitati il Tirreno centromeridionale, il mare ed il canale di Sardegna, lo stretto di Sicilia e lo Jonio; da molto mosso ad agitato il Tirreno settentrionale; da mosso a molto mosso l’Adriatico; da poco mosso a mosso il mar Ligure.