Preistoria: il viso dei primi uomini modellato da una dieta a base di carne

MeteoWeb

I nostri antenati prediligevano una dieta ricca di carne rispetto ad una vegetariana tanto che il loro viso è stato modellato da questa passione e dall’abitudine di tagliarla in bocconi piccolissimi. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature da Daniel Lieberman dell’Università di Harvard, che ha reso il viso umano meno allungato ed i denti più piccoli rendendo così possibili attività complesse come il linguaggio. E’ probabile che, 2 milioni di anni fa i nostri antenati avessero sviluppato cervelli e corpi più grandi e questo aveva comportato anche la necessità di una maggiore quantità di cibo ed energia. Questo cambiamento aveva portato alla riduzione della dimensione dei denti e dell’intestino e a delle mandibole più deboli.

Questo è stato dovuto probabilmente all’abbandono della dieta vegetariana e all’utilizzo di utensili per cucinare. Un gruppo di volontari ha voluto allora studiare lo sforzo necessario a deglutire carne o verdure ricche di amido. I ricercatori hanno calcolato che i cibi lavorati in precedenza richiedono il 17% in meno di tempo di masticazione ed il 26% in meno di forza. Tagliare e battere gli alimenti ha reso il cibo più facile da ingerire. Le mascelle sono diventate più piccole consentendo di elaborare suoni più articolati e non si esclude che i chiacchieroni avrebbero avuto più successo riproduttivo e la possibilità di trasmettere alla prole questa caratteristica.