Previsioni Meteo: alta pressione nell’equinozio di primavera, ma martedì torna il maltempo

MeteoWeb

In questo fine settimana il rinforzo dell’alta pressione sta garantendo condizioni di tempo stabile e prevalentemente soleggiato con temperature tipiche di inizio primavera. Secondo le previsioni del Centro Epson Meteo, un nuovo peggioramento del tempo si profila nel corso della prima parte della prossima settimana, in particolare tra martedì e mercoledì quando sull’Italia sarà presente un profondo vortice ciclonico che coinvolgerà soprattutto le regioni del Centrosud. L’arrivo del maltempo sarà preceduto tra lunedì e martedì da venti di Scirocco che saranno responsabili di un sensibile rialzo delle temperature al Sud con punte localmente vicine ai 25 gradi. A seguire, per il ponte di Pasqua, la tendenza rimane al momento molto incerta.

equinozioLa giornata di oggi sarà abbastanza soleggiata con qualche annuvolamento più significativo su Liguria, Sardegna e le regioni centrali specie quelle tirreniche. Il sole sarà maggiormente presente all’estremo Sud e sulle zone alpine. Alla fine della giornata nuvolosità in intensificazione nelle regioni centrali con le prime e deboli piogge sulla Toscana in estensione poi a Umbria e Marche. Temperature stazionarie o in lieve calo al Centronord, in lieve aumento invece al Sud e nelle Isole In tutta Italia valori pomeridiani compresi tra 15 e 20 gradi. Su Sicilia e Sardegna localmente si potrebbero superare i 20°C. Venti di Scirocco sui mari di ponente: moderati intorno alla Sardegna, sul tirreno occidentale e nel canale di Sicilia con i rispettivi mari mossi.
Oggi alle 5:30 si è verificato l’equinozio di primavera
: ha così ufficialmente inizio la stagione primaverile. Le ore di luce e di buio torneranno pari proprio questa domenica poi, giorno dopo giorno, la differenza fra ore di luce e di buio andrà aumentando fino al solstizio d’estate, giorno in cui le ore di illuminazione raggiungeranno il massimo. Lunedì in tutto il Paese nuvolosità variabile intervallata di tanto in tanto da qualche schiarita. Le zone maggiormente soleggiate saranno i settori a nord del Po e la Sicilia. Soprattutto nella prima parte della giornata piogge deboli o pioviggini nelle regioni centrali, in particolare tra bassa Toscana, Umbria, nord del Lazio e dell’Abruzzo e Marche meridionali. Nel pomeriggio non si escludono sporadici e brevi piovaschi attorno all’Appennino settentrionale, nelle Prealpi nordorientali e attorno all’Appennino centrale. Temperature in aumento nelle regioni del medio versante tirrenico, al Sud e nelle Isole, dove si potranno superare i 20°C. Le zone più calde saranno Puglia, Calabria e Sicilia dove si potrebbero anche sfiorare i 25-26°C complici i venti di Scirocco che soffieranno moderati nelle regioni meridionali e sui mari prospicienti.

nuvole nereDalla seconda parte di martedì il tempo è destinato a peggiorare al Centrosud a causa della perturbazione atlantica attualmente in evoluzione sulla Penisola Iberica, destinata a muoversi lentamente verso il Mediterraneo centrale nel corso dei prossimi giorni. L’apice di questa nuova fase perturbata viene al momento confermata proprio nella giornata di mercoledì, quando sui mari attorno alla Penisola si approfondirà una circolazione in rotazione ciclonica, responsabile anche di venti intensi. Nel dettaglio martedì in tutto il Paese ancora tempo solo parzialmente soleggiato con annuvolamenti sparsi in intensificazione dal pomeriggio nelle regioni peninsulari, nelle Isole, e temporaneamente anche al Nord. Le precipitazioni arriveranno a metà giornata a cominciare da Romagna, Marche, Abruzzo basso Lazio e Sardegna, in estensione entro la fine della giornata alle regioni meridionali e alla Sicilia dove si intensificheranno assumendo carattere prevalente di rovescio o temporale. Nella notte tra martedì e mercoledì limite delle nevicate in calo su Appennino marchigiano e abruzzese al di sotto di 1500 metri. Temperature ancora eccezionalmente elevate al Sud e Sicilia, dove si potranno superare i 25°C, in diminuzione invece nelle Alpi, nel settore del medio adriatico e in Sardegna. Venti in intensificazione su tutti mari, di Scirocco al Sud, in rotazione ciclonica. Mercoledì si prevede l’apice del maltempo con le precipitazioni che si concentreranno sul medio adriatico, al Sud e sulla Sicilia, a seguire il maltempo tenderà ad attenuarsi ma permarranno condizioni di instabilità atmosferica nella giornata di giovedì al Sud e marginalmente ancora sulla regioni del medio Adriatico. A seguire, per il ponte di Pasqua, la tendenza rimane al momento molto incerta.