Previsioni Meteo: sole al Nord e pioggia al Sud, poi torna l’inverno con la neve

MeteoWeb

Nel corso dei prossimi giorni il settore centro meridionale del Mediterraneo diverrà sede di una circolazione di bassa pressione che nella sua evoluzione coinvolgerà più direttamente e con maggiore insistenza le regioni del versante adriatico, il Sud e le isole maggiori. Per contro – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteole regioni settentrionali beneficeranno maggiormente della vicinanza di un’area di alta pressione che si sta consolidando sul centro nord dell’Europa. La prossima settimana esordirà con la presenza di un’area anticiclonica nel centro nord dell’Europa. Per questo motivo l’Italia verrà a trovarsi in un flusso di correnti orientali che, pescando aria gelida proveniente dalla Russia, determineranno temperature sotto le medie stagionali, allungando quindi l’attuale colpo di coda dell’inverno“.

ombrelloOggi al Nord schiarite sempre più ampie sul settore occidentale, salvo qualche nuvola che insisterà sul basso Piemonte, mentre resterà sereno sul settore orientale, a parte un po’ di nuvole in Emilia Romagna; alla sera possibili isolate piogge in Romagna; temperature massime stazionarie o in lieve rialzo; venti da nord in Liguria, correnti deboli o localmente moderate nord-orientali sull’alto Adriatico; mare localmente molto mosso. Al Centro schiarite in alta Toscana, ma nubi più o meno compatte nelle altre regioni con piogge intermittenti fra Abruzzo e Molise; quota neve intorno a 900-1000 metri; nel pomeriggio fenomeni in estensione anche al Lazio e alle Marche meridionali; temperature in rialzo sul versante tirrenico; venti deboli o localmente moderati, in prevalenza da Nordest; mari poco mossi o mossi. Al Sud nubi alternate a schiarite per gran parte della giornata, con poche precipitazioni; qualche isolato rovescio possibile solo nel Foggiano e, verso sera, anche sulla bassa Calabria; temperature massime in lieve diminuzione, eccetto in Campania; venti deboli o moderati meridionali; mari poco mossi o mossi. In Sicilia nubi sparse con piogge e rovesci a partire dal settore occidentale, quota neve intorno a 1200 metri; temperature massime in rialzo sulle zone orientali. Venti moderati di Maestrale nel Canale, con sensibili rinforzi e mare molto mosso. In Sardegna tempo instabile con nubi sparse e qualche acquazzone possibile soprattutto lungo le coste; temperature massime in rialzo; venti moderati nord-orientali; mari mossi o molto mossi. Domani proseguirà l’instabilità al Sud con venti a rotazione ciclonica localmente di forte intensità, rovesci e temporali in Sicilia e Calabria, a fine giornata anche tra Puglia e Basilicata. Le piogge, meno intense, interesseranno anche il resto del Sud e la Sardegna. Nuvolosità compatta sul medio-alto versante adriatico e in Emilia, con possibilità di piogge deboli e isolate, locali nevicate oltre i 1000 metri sull’Appennino. Nubi in aumento sul Triveneto. Le schiarite più ampie riguarderanno il Nordovest almeno fino al pomeriggio. Temperature minime in lieve aumento, massime in rialzo al Nordovest e regioni tirreniche. Venti anche forti al Sud e sulle Isole, moderati sulle regioni centrali. Sabato ancora nubi sul medio-basso versante adriatico, precipitazioni più intense tra Molise e Puglia, con quota neve intorno a 1000-1200 metri. Persiste dell’instabilità anche nel resto del Sud e in Sicilia. Le regioni con tempo più soleggiato saranno quelle nord-occidentali e l’arco alpino. Non mancheranno delle nubi invece al Nordest, in Emilia Romagna e sulla Lombardia orientale. Temperature ancora inferiori alla norma al Centrosud per l’insistenza di venti nord-orientali richiamati dal vortice di bassa pressione che si posizionerà sullo Ionio. Domenica la situazione non varierà in maniera significativa: al Centrosud insisteranno venti freschi settentrionali che manterranno un clima tipico di fine inverno, con ancora dell’instabilità sulle regioni centrali adriatiche e al Sud. Al Nord prevarranno le schiarite, ma con un po’ di vento.

Nei prossimi giorni sull’Appennino centrale si vivranno delle condizioni tipicamente invernali e le nevicate (seppur in generale di debole intensità) saranno più insistenti sull’Appennino abruzzese: accumuli previsti fino a mezzo metro di neve fresca da oggi fino al fine settimana.