Primavera 2016: ritorna l’incubo polline ed esplodono le allergie

MeteoWeb

La primavera è ormai alle porte e oltre alle temperature miti porterà anche pollini nell’aria creando disagi e problemi a chi soffre di allergie. Per questo motivo, proprio il 21 marzo ritorna la Giornata nazionale del Polline. La manifestazione è dedicata alla cura e alla prevenzione delle malattie allergiche respiratorie. L’obbiettivo dell’associazione italiana di aerobiologia è quello di informare e sensibilizzare sull’importanza del monitoraggio dei pollini. I maggiori responsabili di allergie sono quelli trasportati dal vento, che provocano anche: rinite, rinocongiuntivite, asma bronchiale con reazioni associate, che possono comportare anche lo shock anafilattico. Il Dipartimento meteo climatico dell’Arpas, da gennaio 2015, ha pubblicato i bollettini aerobiologici relativi ai monitoraggi di due nuovi punti di rilevamento per Sassari. Le rilevazioni sono un valido strumento per i medici specialisti. Analizzando i dari dei primi mesi del 2016 è possibile evidenziare un anticipo delle fioriture. L’anticipo è legato all’inconsueto andamento delle temperature sopra la media che ha contraddistinto l’attuale inverno. I rilasci di polline sono stati anticipati tra le altre per piante come le famiglie delle Cupressaceae, Betulaceae, Corylaceae (nocciolo).