Robodog: il cane costretto a girare con il gps per salvare vite umane

MeteoWeb

Arriva Robodog, un cane salvataggio dotato di un dispositivo di trasmissione video, che permette ai soccorritori di seguire l’animale nei luoghi più nascosti e accidentati in cerca di persone da salvare. L’idea è del professore dell’università di Tohoku, in Giappone, Kazunori Ohno che racconta come si muove Gonta. “Il Gps e la videocamera registrano dati precisi su quello che vede il cane in quel contesto. Questo permette anche ai soccorritori di conoscere le condizioni nelle quali si trovano le persone da soccorrere, che sono dati importantissimi“. Il dispositivo permette ai soccorritori di individuare il tipo di materiale da utilizzare per soccorrere le vittime. 

In Giappone, un paese dove i terremoti sono molto frequenti, il ricorso ai cani soccorritori purtroppo è ancora poco compreso e piuttosto sconosciuto al pubblico – spiega, sottolineando- credo che questo dispositivo faciliterà l’acquisizione di informazioni sulle persone da soccorrere qualunque sia la configurazione del luogo, anche su terreni accidentati, ma anche su vaste distese in montagna“.