Roma, smog: prorogati al 31 ottobre i divieti per le auto più inquinanti

MeteoWeb

Il Comune di Roma ha prorogato al 31 ottobre il divieto di accesso per i veicoli più inquinanti nell’anello ferroviario della città. Il commissario capitolino Francesco Paolo Tronca ha rinnovato il divieto di accesso dal lunedì al venerdì per gli autoveicoli a benzina Euro 1, diesel Euro 2 e per ciclomotori e motoveicoli Euro 1 a due, tre e quattro ruote, a 2 e 4 tempi. Dai giorni di divieto sono esclusi il sabato, la domenica e i festivi anche infra-settimanali. Resta in vigore, sempre all’interno dell’anello ferroviario, il divieto permanente di accesso e circolazione per i veicoli Euro 0 e diesel Euro 1, mentre nella fascia verde il divieto dallo scorso 15 dicembre è per tutti gli Euro 0 dal lunedì al venerdì. I veicoli a benzina Euro 1 e i diesel Euro 1 e Euro 2 saranno riammessi da venerdì, primo aprile, nella fascia verde, dove non possono circolare dallo scorso 15 dicembre, ma resteranno vietati nell’area più ristretta dell’anello ferroviario. Area dove il complesso dei divieti comprende quindi i veicoli Euro 0, Euro 1 benzina, Euro 1 e Euro 2 diesel, ciclomotori e motoveicoli a due, tre e quattro ruote, a 2 e 4 tempi, Euro 0 ed Euro 1. L’ordinanza del Campidoglio che ha stabilito il rinnovo delle limitazioni ricorda anche quali categorie possono continuare a circolare all’interno dell’anello ferroviario. Prima di tutto i veicoli più ecologici, alimentati a metano o con il gpl. L’elenco delle deroghe include i taxi, i veicoli con contrassegno disabili o nella disponibilità di medici in servizio di emergenza. Via libera anche a servizi di polizia e sicurezza, emergenza sociale e pronto intervento per i pubblici servizi – gas, luce, acqua, telefonia. Sono esentati dalle limitazioni anche i veicoli con le targhe del corpo diplomatico e della Città del Vaticano. Il sito Muoversi a Roma ricorda le vie e piazze che delimitano l’anello ferroviario: piazzale Maresciallo Giardino, circonvallazione Clodia, circonvallazione Trionfale, via Cipro, via Bragadin, via Emo, via Anastasio II, via Satolli, via Bernardini, via Leone XIII, via Piccolomini, via di Villa Betania, via Aurelia Antica, via Gasparri, circonvallazione Gianicolense, piazza San Giovanni di Dio, largo Ravizza, piazzale Dunant, piazza Biondo, via degli Orti di Cesare, via Rolli, via Stradivari, Ponte Testaccio, largo Marzi, via Manuzio, via Franklin, via Calvani, largo Gelsomini, via Marmorata, piazzale di Porta San Paolo, piazzale Ostiense, viale Marco Polo, via Roncinotto, via Beccari, via Cristoforo Colombo, viale di Porta Ardeatina, via delle Mura Latine (un tratto), via Talamone, via Latina (un tratto), via Acaia, piazza Armenia, via Britannia, piazza Tuscolo, via Magna Grecia (tratto), via Gabi, via Cerveteri, piazza Re di Roma, via Aosta, via Monza, via Nola, viale Castrense, la Tangenziale, largo Passamonti, piazzale della Stazione Tiburtina, via Tembien, viale Etiopia, piazza Addis Abeba, viale Somalia (fino alla rampa della Tangenziale), via Catalani. Infine via del Foro Italico, tra via Baiardo e viale di Tor di Quinto, viale di Tor di Quinto (un tratto) e via Capoprati.