Salute: le persone affette da autismo vivono in media 16 anni in meno rispetto al resto della popolazione

MeteoWeb

Le persone che soffrono di autismo muoiono molto giovani, solitamente 16 anni prima rispetto alla media , all’età di 54 anni, o per suicidio o per epilessia. A rivelarlo uno studio condotto dal Karolinska Institute e pubblicato sulla rivista British Journal of Psychiatry, che ha esaminato 27mila adulti affetti da autismo . ‘‘C’e’ un chiaro legame tra i disturbi dello spettro autistico e un aumento delle probabilita’ di morte prematura – commenta Tatja Hirvikoski, coordinatrice dello studio – Un gruppo particolarmente a rischio sono le donne affette da autismo e disabilita’ intellettive”.

Rispetto al resto della popolazione, infatti , le persone affette da autismo sono vincolate dal seguire una dieta molto limitata,  dal condurre una vita molto sedentaria e dall’ assunzione di innumerevoli farmaci; non a caso tra le cause principali di morte si annoverano , oltre che epilessia e suicidio, anche malattie cardiache precoci. ”L’associazione tra suicidio e autismo senza altre disabilita’ intellettive è evidente – conclude Hirvikoski – Le linee guida sui pazienti a rischio di suicidio dovrebbero essere seguite anche quando si deve gestire un malato di autismo”.