Smog: tecnologie e ricerca anti-emergenza, il 10 marzo corso ENEA-ODG Lazio

MeteoWeb

Giovedì prossimo 10 marzo l’ENEA organizza con l’Ordine dei giornalisti del Lazio una giornata di formazione professionale (8 crediti) dedicata alla qualità dell’aria dal titolo “Si può uscire dall’emergenza smog? Il contributo della ricerca e dell’innovazione tecnologica”. Tenuto da esperti ENEA, il corso si svolgerà presso la sala Conferenze ENEA in Via Giulio Romano 41 a Roma.  Al centro della giornata, le cause dell’inquinamento atmosferico e le possibili soluzioni; inoltre, si parlerà di impatti su salute, mobilità sostenibile, efficienza energetica e di modelli organizzativi innovativi per ridurre le emissioni, come ad esempio le smart cities e lo smart working. Focus specifico sui nuovi modelli di forecast elaborati da ENEA per prevedere con largo anticipo eventuali situazioni critiche.

Alla prima sessione (9.30 – 13.30), interverranno Gabriele Zanini, responsabile Divisione Modelli e Tecnologie per la Riduzione degli Impatti Antropici e dei Rischi Naturali (Atmosfera “pulita” ed atmosfera “inquinata”: le cause dell’inquinamento), Luisella Ciancarella, responsabile Laboratorio Inquinamento Atmosferico (L’impostazione del problema: conoscenza, gestione e miglioramento), Ilaria D’Elia, ricercatrice del Laboratorio Inquinamento Atmosferico (Le politiche e gli strumenti di supporto alle decisioni), Gianmaria Sannino, responsabile Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti (Inquinamento atmosferico e cambiamento climatico).

Alla seconda sessione (14.30 – 18.30) parteciperanno Francesca Pacchiarotti, responsabile Laboratorio Risk Assessment (Inquinamento atmosferico e salute), Ilaria Bertini, responsabile Aggiunto Unità Tecnica Efficienza energetica (Edilizia green e riscaldamenti: il contributo dell’efficienza energetica per ridurre l’inquinamento atmosferico), Giovanni Pede, responsabile Laboratorio Sistemi e Tecnologie per la Mobilità, e Gabriella Messina, ricercatrice dello stesso laboratorio (Inquinamento atmosferico e trasporti: dall’auto elettrica ai bus all’idrogeno), Mauro Annunziato, responsabile della Divisione Smart Energy (Le smart cities), Bruna Felici del Servizio Studi e Strategie (Nuovi modelli organizzativi nelle città. Lo smart working).

Programma:

Giovedi 10 marzo
Sala Convegni ENEA Via Giulio Romano 42- Roma
L’emergenza smog è una problematica sempre più attuale non solo in Italia. Per approfondirne le cause, l’impatto e il possibile contributo che la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica possono offrire in termini di soluzioni, l’ENEA organizza una giornata di formazione per i media con la partecipazione di esperti dei diversi aspetti dell’inquinamento atmosferico. I crediti previsti sono 8- I posti disponibili sono 120.

SESSIONE MATTUTINA: 9.30/13.30
Saluto di benvenuto – prof Federico Testa
Atmosfera “pulita” ed atmosfera “inquinata”: le cause dell’inquinamento – Gabriele Zanini, Responsabile Divisione Modelli e Tecnologie per la Riduzione degli Impatti Antropici e dei Rischi Naturali ENEA.
L’impostazione del problema: conoscenza, gestione e miglioramento Luisella Ciancarella – Responsabile del Laboratorio Inquinamento Atmosferico ENEA.
Le politiche e gli strumenti di supporto alle decisioni – Ilaria D’Elia, Lab inquinamento Atmosferico ENEA.
Inquinamento atmosferico e cambiamento climatico – Gian Maria Sannino, Responsabile Laboratori o Modellistica climatica e impatti ENEA
Domande e dibattito.

SESSIONE DEL POMERIGGIO 14.30/18.30
Inquinamento atmosferico e salute – Francesca Pacchierotti, Responsabile laboratorio risk assestment ENEA.
Edilizia green e riscaldamenti: il contributo dell’efficienza energetica per ridurre l’inquinamento atmosferico – Ilaria Bertini, Responsabile Aggiunto Unità Tecnica Efficienza energetica ENEA.
Inquinamento atmosferico e trasporti: dall’auto elettrica ai bus all’idrogeno- Gabriella Messina e Giovanni Pede, Laboratorio Sistemi e tecnologie per la mobilità ENEA. Le smart cities – Mauro Annunziato, Responsabile della Divisione Smart Energy ENEA. Nuovi modelli organizzativi per le città. Lo smart working – Bruna Felici, Servizio Studi e strategie ENEA. Conclusioni a cura di Gabriele Zanini, Responsabile Divisione Modelli e Tecnologie per la Riduzione degli Impatti Antropici e dei Rischi Naturali ENEA.