Spazio: la Mars Webcam torna online

MeteoWeb

Le nuove immagini di Marte arrivano direttamente dalla Mars Webcam della sonda ESA in orbita dal 2003. Le immagini, che si possono vedere qui, sono state scattate il 29 febbraio. Nelle prossime quattro settimane ci saranno altri 10 ‘slot’ disponibili per scattare nuovi ritratti del pianeta.

La piccola fotocamera ottica, operata dal centro ESOC ESA a Darmstadt (Germania) è stata inattiva a causa della regolarestagione di eclissi – in concomitanza con la fase di massima distanza dal Sole. In questo periodo – spiega l’ASI – i pannelli solari che alimentano il satellite vengono oscurati durante parte dell’orbita (fino a 40 min) dal pianeta, che si frappone tra la sonda e il Sole. Generando di conseguenza meno energia con i pannelli, in questa stagione Mars Express fa uso della limitata energia della batteria.

Per ridurre il consumo di energia, che viene principalmente usata per il riscaldamento dei sistemi interni, gli strumenti secondari – tra cui la VMC – vengono spenti. Ora la sonda si trova nella fase finale della stagione. Le eclissi si sono ridotte a pochi minuti per orbita, e quindi l’energia a disposizione è aumentata, permettendo l’attivazione di operazioni secondarie.

Le vicende della Mars Webcam sono un classico esempio di riutilizzazione di risorse in situ. La VMC era stata inizialmente predisposta a mostrare solo la separazione del lander Beagle 2 dalla sonda Mars Express. Rimasta dormiente dopo l’evento nel 2003 fino al 2007, si è pensato a come sfruttare la fotocamera. E’ nata così la webcam su Marte. Anche se etichettata come ‘last-priority’ – dovendo dare la precedenza ad altre operazioni – la VMC ci regala bellissime immagini del Pianeta Rosso.