Treni e porti più sicuri: la tecnologia Campana conquista i mercati esteri

MeteoWeb

Treni e porti più sicuri grazie a software e sensori in fibra ottica d’avanguardia che monitorano e controllano merci e persone: piccole tecnologie intelligenti realizzate in Campania, che hanno conquistato i mercati esteri grazie alla rete Cretels presentate a Napoli. Non a caso la rete Cretels accoglie imprese e centri ricerca del settore trasporti ed è dal Distretto per i trasporti (Dattilo), aggregazione per la logistica mare-terra (Marte); dal Distretto per l’Energia (Smart Power System) e dall’Aggregazione per telecomunicazioni e sensoristica Top-In.

Marco Ferretti, presidente dell’Aggregazione Marte e di Cretels, ha spiegato in una nota che  ”La Campania è la prima regione in Italia per la logistica mare terra e a metà aprile saremo al porto di Costanza, in Romania, che è fortemente interessata al progetto di ricerca che abbiamo sviluppato, il cruscotto di monitoraggio dei porti, che in modo integrato ci consente di misurare l’efficienza delle aree portuali”. Il sistema per il controllo dei treni sviluppato dall’aggregazione Top-in è invece in grado di captare se ci sono possibili difetti, ad esempio nelle ruote, che potrebbero inevitabilmente mettere a rischio la sicurezza; il sistema è basato su sensori in fibra ottica ed è stato già installato negli Emirati Arabi Uniti.

Giuseppe Russo, Dirigente del Dipartimento Ricerca della Regione Campania, ha dichiarato “L’Unione Europea ci chiede di creare rete sui territori, inoltre, tra le azioni previste dalla strategia di sviluppo europea per la competitività delle regioni c’è anche la scoperta di nuovi mercati internazionali”