Zika: la ricerca del virus su Google è impennata del +3.000%

MeteoWeb

Da tempo il virus zika fa tremare tutti. A confermarlo ulteriormente è il sistema informatico e in particolar modo google: il colosso del web ha infatti dichiarato che dallo scorso novembre le ricerche su Zika in Google hanno segnato un’impennata del +3.000%.

Il celebre motore di ricerca non si è di certo tirato indietro , tanto che ha reso noto  la sua discesa in campo in favore della lotta alla malattia in America Latina al fianco dell’Unicef, della Pan American Health Organization, dell’Organizzazione mondiale della sanità, dei governi locali e delle organizzazioni umanitarie. 

La notizia è stata  comunicata in un blogspot pubblicato sul blog ufficiale di Google, dove si ricorda che il mese scorso l‘Oms ha dichiarato Zika un’emergenza sanitaria pubblica per la possibile correlazione con la microcefalia e altri difetti congeniti nei bebè figli di donne infettate in gravidanza.

Per aiutare a visualizzare il boom di ricerche su Zika fra gli utenti, Google ha ben pensato di creare  un’infografica animata: sullo sfondo si vede una mappa dei continenti, e in sovrimpressione delle chiazze azzurre in movimento che stanno a indicare la localizzazione e il numero delle ‘googlate’ sul virus, e la loro evoluzione dall’ottobre 2015 al febbraio 2016.

Da piccole zone colorate concentrate in Centramerica, l’area azzurra si allarga progressivamente su tutto il Sudamerica, poi copre alcune regioni di Asia, Europa e Nordamerica, per invadere infine anche Australia, Africa e Oceania.