Allerta Meteo, veloce sfuriata fredda al Sud nel weekend: neve e vento come in pieno inverno in Sardegna [MAPPE]

MeteoWeb

Il peggioramento delle condizioni meteorologiche provocato dal transito sull’Italia del ciclone africano ha completamente ribaltato, in poche ore, la situazione climatica del nostro Paese: dopo il caldo anomalo dei giorni scorsi, con sole pieno e bel tempo in tutte le Regioni e temperature fino a ridosso dei trenta gradi centigradi (eccezion fatta per le Regioni Adriatiche dove sulle coste sono stati giorni molto freddi per nebbie lungo i litorali), è tornato il maltempo e le temperature sono diminuite ovunque. In questo venerdì 8 aprile pochissime località hanno raggiunto e superato il muro dei +20°C, e l’hanno fatto di poco.

satelliti italia oggi venerdì 8 aprile 2016 (2)Nello specifico, si tratta di Napoli e proprio Pescara con +22°C (la città abruzzese fino a ieri era stata la più fredda d’Italia con nebbia e massime tra +12 e +13°C), poi Bari con +21°C, Roma e Reggio Calabria con +20°C. Temperature miti, ma non paragonabili al caldo dei giorni scorsi e, soprattutto, tornate nella norma del periodo. E il maltempo s’è esteso a gran parte d’Italia dopo i primi fenomeni di ieri e la tanta sabbia del Sahara che dal deserto africano aveva già raggiunto il nostro Paese, per poi dirigersi oggi verso Grecia e Turchia.

etnaI primi fenomeni di maltempo più significativo si sono verificati la scorsa notte in Sicilia, con forti temporali proprio nel cuore della notte, tra le 02:00 e le 03:30 nei settori orientali dell’isola. Catania e Barcellona Pozzo di Gotto le località più colpite con 35mm di pioggia, e sull’Etna è tornata persino la neve (vedi foto sulla destra). Anche qui, infatti, le temperature sono diminuite sensibilmente, fino a +14/+15°C, anche se nei prossimi giorni farà ancora più freddo (tra sabato e domenica), ma lo vedremo più avanti.

andriaNel corso della giornata il maltempo s’è esteso dapprima in Calabria, poi a Basilicata e Puglia dove in tarda mattinata si sono verificati autentici nubifragi. Il più violento ha colpito Andria, paralizzata da una bomba d’acqua che ha scaricato 40mm di pioggia e ha allagato la città (vedi foto accanto). Sempre in Puglia, notevoli anche i 35mm di Acquaviva delle Fonti mentre in Basilicata sono caduti 18mm di pioggia a Miglionico.

grandine biella oggi (6)Il maltempo ha però colpito intensamente anche il Nord, e soprattutto il Nord/Ovest dove, in Piemonte, da ieri sera si stanno verificando forti temporali con violente grandinate che hanno fatto crollare sensibilmente le temperature fino a valori decisamente bassi, come gli attuali +8°C di Biella e Domodossola. Le Province più colpite sono quelle di Verbania, Vercelli, Biella e Torino, dove molte località hanno superato i 35mm di pioggia, ma proprio dalla grandine sono arrivati i problemi e i disagi maggiori a causa dell’intensità delle precipitazioni, particolarmente violente come si può osservare anche dalle immagini pubblicate nell’apposita gallery fotografica e dei video di seguito:

sabato ore 08E non è finita qui. Nel weekend avremo ancora maltempo diffuso in gran parte d’Italia, soprattutto crolleranno le temperature che raggiungeranno punte decisamente invernali, soprattutto in Sardegna dove domani, sabato 9 aprile, soffierà un impetuoso vento freddo di maestrale, con piogge, temporali e nevicate persino fino a 800900 metri di altitudine nei settori occidentali dell’isola. Temperature in ulteriore calo anche nel resto del Paese, e soprattutto al Centro/Sud dove però l’aria fredda, accompagnata da venti di maestrale, arriverà più tardi rispetto alla Sardegna, tra sabato sera e domenica.

sabato 20Il crollo delle temperature sarà accompagnato da forte maltempo, soprattutto tra sabato pomeriggio e domenica mattina al Sud. Oltre alla Sardegna di cui abbiamo già parlato, infatti, un altro intenso sistema temporalesco risalirà la Sicilia concentrandosi nel pomeriggio sul messinese, risalendo poi in Calabria nella serata di sabato e nella notte tra sabato e domenica. Le temperature diminuiranno sensibilmente e i temporali potranno rivelarsi molto forti, con grandinate e qualche tromba d’aria.

domenica 08Domenica 10 aprile, poi, i fenomeni più intensi saranno concentrati in Puglia, ma il maltempo continuerà ad interessare Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Tornerà la neve sui rilievi dell’Appennino oltre i 1.500 metri di altitudine. Al Centro/Nord, invece, dopo gli ultimi fenomeni residui nella giornata di sabato, domenica tornerà a splendere il sole. Confermato, per la prossima settimana, il ritorno del caldo anticiclone SubTropicale in tutto il Paese. Ma di questo parleremo nei prossimi aggiornamenti. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: