Ambiente, Galletti: “su sostenibilità spazio a scienza non pancia”

MeteoWeb

Ho sentito sindaci, assessori e consiglieri capaci, con idee chiare. E li ho sentiti parlare non di politica, ma di amministrazione, di problemi concreti. Vi ringrazio per l’ottimismo che mi avete infuso“. Cosi’ il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Proprio sulla questione, Galletti ha voluto precisare che “il problema della sostenibilita’ non lo risolvono da soli ne’ il governo ne’ i sindaci. Serve gioco di squadra, ed e’ quello che provo a fare dal primo giorno del mio insediamento. Poi ci sono anche precise responsabilita’ in capo a ministero e sindaci, e ognuno deve fare la sua parte. Sulla raccolta differenziata ad esempio – dice Galletti – spetta al ministero dettare le regole, ma poi Comuni e Regioni devono applicarle. Con le stesse regole in vigore in tutta Italia, ci sono comuni all’80% e comuni al 3%: noi siamo disponibili a migliorare le regole, se necessario, ma c’e’ bisogno dell’impegno di tutti“.

In generale poi, Galletti fa un appello sulla questione delle scelte ambientali: “Diamo sempre piu’ spazio alla scienza, e meno alla pancia”.  “Penso che sia legittima ogni posizione, ma io andro’ a votare no, perche’ penso che dobbiamo investire molto sulle energie rinnovabili, ma sono anche consapevole che per molti anni ancora avremo bisogno dei combustibili fossili, visto che ad oggi nel 96% dei casi si utilizzano ancora le fonti tradizionali. Penso inoltre che non estrarre petrolio in Italia, per poi doverlo comperare dall’altra parte del mondo, sia una scelta anche eticamente sbagliata“.