Arriva la “pelle elettronica”, la nuova frontiera dell’indossabile

MeteoWeb

Il mondo dei wearable potrebbe presto avere decisamente un altro significato rispetto a quello che tutti noi intendiamo oggi. Alcuni scienziati cinesi stanno sviluppando una pelle elettronica, stiamo parlando di una pellicola ed un display da portare sempre con sé come se fossero, appunto, una seconda pelle trasparente. Si tratta, come appena detto, di una sorta di pellicola in grado di aderire alla pelle umana, utile per monitorare i nostri parametri vitali come il livello di ossigenazione del sangue, e per avere un check-up ogni volta che ne sentiamo il bisogno. La difficoltà principale di questo progetto di “pelle elettronica” è sicuramente quella di bilanciare il comfort della persona che la indossa durante l’utilizzo, e soprattutto il durare senza rompersi.

La pelle elettronica è incredibilmente sottile, è spessa infatti soltanto 3 micrometri, il che vuol dire un quarto della comune pellicola da cucina. Il display sfrutta la tecnologia PLED, con ottimi risultati in termini di flessibilità. La sua durata è di circa un paio di giorni, passati i quali si dovrà cambiare. Voi usereste nulla del genere?