Cannabis: ecco come agisce sul sistema nervoso

MeteoWeb

Cannabis sì o cannabis no? Argomento a dir poco discusso da tantissimi anni, tematica di molti servizi e articoli di ogni genere.

La cannabis o canapa è un tipo di pianta angiosperma che deriva dalla famiglia dalle Cannabaceae, esistono principalmente due specie: canapa indica (a ciclo biennale) e canapa sativa (a ciclo annuale). Può arrivare fino a 5 metri di altezza, è una pianta dioica e presenta fiori unisessuali, sia maschili che femminili, quelli utilizzati.

cannabis%20seedsGermina in primavera e fiorisce in estate inoltrata, in autunno poi compaiono i frutti ciascuno contenente un seme. Si utilizzano varie parti essiccate della pianta come fiori, semi, foglie, rami. La resina invece estratta dalle cime fiorite disidratate è destinata a diventare hashish.

cannabis fioriLa cannabis è utilizzata come droga, ma anche a scopo terapeutico e cosmetico. C’è da fare una distinzione tra olio estratto dai fiori e olio estratto dai semi in quanto hanno proprietà ed effetti diversi; I semi infatti contengono un olio dalle proprietà altamente benefiche; acido linoleico e acido ?-linolenico, quindi omega 6 e omega 3, due acidi grassi essenziali che hanno effetto anti secchezza per la pelle, utilizzato nelle zone come gomiti, talloni e zone secche del viso. Usato anche per i capelli secchi, si potrebbe miscelare l’olio di canapa con quello di mandorle, creando un’emulsione, si applica sui capelli asciutti e si lascia agire per 15- 20 minuti. Ricco di vitamina B1 e B2 aiuta l’elasticità della pelle, rendendola morbida e idratata.

Per quanto riguarda l’olio essenziale estratto dai fiori femminili, contiene una gran quantità di sostanze volatili come terpeni e terpenoidi ed ha proprietà, secondo studi scientifici, farmacologiche ha effetti contro nausea e vomito, asma e glaucoma, o ancora allergie, depressioni, infiammazioni, infezioni, ansia. Ancora sotto esame sono gli effetti benefici contro il cancro, i tumori, la febbre e le malattie autoimmuni.

Ma come agisce la cannabis sul nostro sistema nervoso?

Cannabis_sativaLa cannabis contiene centinaia di sostanze chimiche di cui circa 60 fanno parte della categoria dei cannabinoidi, componenti psico-attivi. La sostanza attiva più abbondante è il THC (delta-9tetraidrocannabinolo) che si lega a dei recettori (CB1 e CB2) presenti sulle cellule per interagire con gli endocannabinoidi, sostanze prodotte dal nostro organismo. Scoperti recentemente, sono in grado di eccitare alcuni tipi di neuroni. I recettori CB1 sono localizzati prevalentemente nel sistema nervoso centrale, mentre i CB2 sono concentrati nelle cellule del sistema immunitario. Il legame che si viene a creare tra recettori e cannabinoidi interferisce con il trasferimento dei vari neurotrasmettitori ed una stimolazione delle aree della sostanza grigia e del midollo rostrale che a loro volta inibiscono le vie nervose del dolore, per questo la cannabis ha un effetto euforizzante ed analgesico.