Clima, i cambiamenti climatici potrebbero costare fino a 2.500 miliardi di dollari entro 85 anni

MeteoWeb

Sembrerebbe che i cambiamenti climatici possano avere un costo pari a 2.500 miliardi di dollari nel 2100. Lo rileva uno studio del Grantham Research Institute on Climate Change and the Environment della London School of Economics and Political Science and Vivid Economics, pubblicato sulla rivista “Nature Climate Change“. La ricerca mostra come l’1,8% degli asset finanziari mondiali è a rischio a causa dell’aumento della temperatura globale di 2,5°C sopra il livello dell’epoca pre-industriale entro il 2100.  “Le nostre conclusioni potrebbero sorprendere gli investitori, ma non sorprenderanno diversi economisti che lavorano sui cambiamenti climatici, perché i modelli economici negli ultimi anni hanno generato stime sempre più pessimiste sull’impatto del riscaldamento globale sulla crescita economica globale“, afferma il primo autore della ricerca, Simon Dietz. Anche riducendo i costi delle riduzioni delle emissioni, il valore meglio sarebbe di 315 miliardi di dollari. Questo significa che investitori con un rischio ‘neutro’ sceglierebbero di tagliare le emissioni e gli investitori contrari al rischio ancora di più” conclude Dietz.