Dieselgate e emissioni ‘truccate’: in Francia si corre ai ripari, in Italia è tutto fermo

MeteoWeb

Dieselgate e emissioni ‘truccate’: la Francia cerca di rimediare correndo ai ripari, ma in Italia è ancora tutto fermo. A dare l’allarme in una nota è Altroconsumo rendendo noto in Italia il documento ufficiale con i primi risultati ottenuti dalla Commissione tecnica indipendente istituita dal ministero francese dell’Ambiente e da cui emerge che sono stati testati 52 veicoli di tutti i brand del mercato, non solo produttori nazionali: Audi, BMW, Citro?n, Dacia, Fiat, Ford, Jeep, Kia, Mercedes, Nissan, Opel, Peugeot, Renault, Toyota, Volkswagen. I veicoli, anche Euro6, hanno evidenziato anomalie sui livelli di emissioni NOx e CO2. E proprio in merito a questo il ministro dell’Ambiente Segolene Royal segnala di aver convocato tutti i produttori delle vetture che hanno mostrato anomalie per fornire spiegazioni. ”In Italia invece – spiega Altroconsumo, che ”si candida a gestire la fase di controlli da parte delle istituzioni, se il ministero volesse finalmente procedere”, – solo dichiarazioni alternate al silenzio e nessun test ufficiale. Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Delrio aveva annunciato a settembre 2015, ospite di Porta a Porta, ben 1000 test da realizzare urgentemente, investendo 8 milioni di euro”. “Il ministero dei Trasporti non ha risposto nemmeno alle domande di Altroconsumo su tempi e modi della campagna di richiamo che Volkswagen ha annunciato a dicembre e che finora non è partita”.