ExoMars2016: al via i test con apparecchiature russe

MeteoWeb

Il complesso spettrometrico russo Acs è stato incluso nei test della stazione interplanetaria ExoMars 2016. A riferirlo è stato Daniel Rodionov, responsabile del laboratorio dell’Istituto di spaziale afferente all’Accademia russa delle scienze. “L’inclusione e’ avvenuta formalmente senza problemi“, ha dichiarato. Il complesso spettrometrico Acs (Atmospheric Chemistry Suite) avrà il compito di cercare metano nell’atmosfera marziana. Nelle scorse settimane era stato riferito che un secondo strumento scientifico della Russia, il Frend, sarebbe stato testato il 6 aprile. Si tratta precisamente del Frend Neutron Detector (Fine Epithermal Neutron Detector), progettato per la mappatura ad alta risoluzione del flusso di neutroni della superficie di Marte. Questi aiutano a valutare il contenuto di idrogeno nello strato di terreno a una profondità di un metro. ExoMars, missione volta alla scoperta di Marte e sviluppata dall’Agenzia spaziale Europea (Esa) e dall’Agenzia spaziale Russa (Roskosmos), è stata lanciata dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan con un razzo vettore Proton-M, lo scorso 14 marzo e arriverà su Marte nel mese di ottobre.