Forte maltempo in tutt’Italia: le previsioni meteo dell’aeronautica militare per i prossimi giorni

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: sull’Italia la pressione si mantiene su valori relativamente alti e livellati; un sistema frontale in transito sull’Europa centro-settentrionale interessa marginalmente l’arco alpino, mentre un’altra perturbazione presente sull’entroterra algerino muove verso nord est. La pressione sulle due isole maggiori tende a calare progressivamente. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNord: nuvolosita’ variabile su Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige e settori nord di Piemonte, Lombardia e Veneto, con locali piovaschi possibili nel pomeriggio; ampio e prevalente soleggiamento sul resto del nord, con foschie dense e nebbie in banchi durante la notte ed al primo mattino sulle zone pianeggianti e lungo i litorali adriatici. Centro e Sardegna: velature anche estese sulla Sardegna, con nubi medio-alte in moderato aumento sul settore meridionale nel pomeriggio; sul centro peninsulare cielo sereno o poco nuvoloso per nubi alte e sottili, con qualche addensamento in piu’ nel pomeriggio sulle aree appenniniche. Durante la notte ed al primo mattino foschie anche dense ed isolati banchi di nebbia sulle zone pianeggianti, specie sulle aree costiere adriatiche. Sud e Sicilia: velature anche estese sulla Sicilia, con nuvolosita’ medio-alta in aumento nel pomeriggio; sul resto del sud ampio e prevalente soleggiamento, con nuvolosita’ medio-alta in aumento da ovest dal pomeriggio ed in serata. Al primo mattino foschie anche dense e locali banchi di nebbia sulle zone pianeggianti, specie sulle aree costiere adriatiche. Temperature: minime senza variazioni di rilievo; massime in aumento anche marcato su Piemonte e Liguria ed in misura minore su Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Valle d’Aosta e Toscana, in lieve calo su Molise e Puglia garganica, pressoche’ stazionarie sul resto d’Italia. Ventimediamente moderati dai quadranti orientali sulle due isole maggiori, in rotazione da nord sulla Sardegna; deboli settentrionali sulla Liguria e di direzione variabile sul resto del nord, deboli orientali sul resto della penisola con locali rinforzi sulla Calabria. Mari:  poco mossi l’Adriatico, lo Jonio settentrionale ed il settore est del Tirreno centrale; molto mossi lo Stretto di Sicilia, il Mare ed il Canale di Sardegna e, localmente, il Tirreno sud-occidentale, con moto ondoso in aumento sullo Stretto di Sicilia; mossi i restanti mari con moto ondoso in diminuzione su mar Ligure ed alto Tirreno.

ciclone domaniIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: nuvolosita’ in aumento su tutte le regioni con rovesci al primo mattino sulla bassa Lombardia, ma in estensione pomeridiana e successiva intensificazione serale, a Piemonte e Trentino Alto-Adige. I fenomeni assumeranno carattere nevoso sui rilievi alpini confinali dal tardo pomeriggio con quota neve intorno ai 2.000 metri, ma in discesa nel corso della serata fino ai 1.700 metri. Centro e Sardegna: al mattino spesse velature un po’ ovunque e nubi basse sui settori adriatici. Seguira’ un aumento della nuvolosita’ con qualche debole piovasco sulla Sardegna meridionale, e poi nel pomeriggio e serata sulle regioni peninsulari, anche qui con qualche debole precipitazione sulle aree appenniniche. Sud e Sicilia: sull’isola spesse velature iniziali e successivi addensamenti nuvolosi piu’ compatti con associate piogge al mattino e rovesci e temporali nella seconda parte della giornata; nel pomeriggio estensione della copertura nuvolosa alle altre regioni con locali piogge inizialmente sulla Calabria, poi in serata anche su Basilicata e Puglia settentrionale. Temperature: minime in diminuzione sull’arco alpino occidentale, emilia-romagna e regioni adriatiche centrali, in aumento sul restante nord, Puglia meridionale ed piu’ marcatamente sulle due isole maggiori, senza variazioni di rilievo altrove; massime in generale diminuzione, piu’ marcato sulle due isole maggiori ed aree alpine. Ventimoderati settentrionali su Liguria e Sardegna con rinforzi sul settore occidentale dell’isola; in prevalenza da deboli a moderati orientali sul resto della Penisola con ulteriori rinforzi su Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania. Mari: da agitato a molto agitato il Mar e Canale di Sardegna; da molto mosso ad agitato lo Stretto di Sicilia e lo Jonio; da mosso a molto mosso il Tirreno meridionale; poco mossi gli altri mari con moto ondoso su tirreno centro settentrionale e ligure.

aeronautica militare01Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. VENERDI’ 8 APRILE Nord: rapido aumento della copertura nuvolosa su tutte le regioni con precipitazioni sparse a prevalente carattere temporalesco, anche abbondanti su Piemonte settentrionale e triveneto nel pomeriggio e serata. Nevicate su Valle d’Aosta e sui rilievi alpini oltre i 1.300-1.500 metri. Centro e Sardegna: sulla Toscana nuvolosita’ irregolare con addensamenti compatti sui rilievi appenninici dove saranno associati a piogge e locali rovesci; cielo molto nuvoloso sulle restanti regioni peninsulari con precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale dal pomeriggio; schiarite serali pomeridiane con attenuazione dei fenomeni lungo il versante tirrenico della Toscana e dalla serata sul lazio. Inizialmente asciutto sulla Sardegna con poche nubi, in attesa di un nuovo peggioramento anche sull’isola dalla serata, a partire dal versante occidentale. Sud e Sicilia: molte nubi anche al sud con precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale, piu’ intense al mattino tra il settore nordorientale dell’isola e la Calabria meridionale; dalla serata attenuazione dei fenomeni su Campania e Sicilia centro occidentale. Temperature: minime in diminuzione sulle aree alpine e prealpine, Pianura Padana centro occidentale e regioni tirreniche, piu’ marcatamente sulle due isole maggiori e sulla Calabria, in lieve aumento sulle restanti zone; massime in forte calo ovunque. Ventimoderati settentrionali al nord con locali rinforzi su Liguria e coste settentrionali adriatiche; forti dai quadranti occidentali sulle regioni tirreniche con temporanei, ulteriori rinforzi su Sardegna, Sicilia e Calabria; moderati meridionali altrove con rinforzi sulla Puglia. Mari: da agitati a molto agitati il Tirreno centromeridionale settore ovest, lo Stretto di Sicilia, il basso Jonio, il Canale e Mar di Sardegna, quest’ultimo con moto ondoso fino a grosso dalla tarda serata; da molto mosso ad agitato il Mar Ligure; molto mosso l’alto Jonio; da mosso a molto mosso il medio e basso Adriatico; da poco mossi a mossi i restanti bacini. SABATO 9: ancora tempo instabile al primo mattino al nord ad esclusione di Valle d’Aosta e Piemonte occidentale in attesa di deciso miglioramento pomeridiano e serale. Maltempo sulla Sardegna con rovesci e temporali in attenuazione serale; sul restante centro giornata all’insegna della variabilita’ con rovesci e qualche temporale tra Lazio ed Abruzzo, ma con tendenza a decise schiarite serali sulle regioni tirreniche. Al sud persiste il maltempo con una nuova intensificazione della nuvolosita’ compatta con rovesci e temporali associati inizialmente sulle regioni tirreniche, ma in estensione pomeridiana e serale anche a Basilicata e Puglia. DOMENICA 10: poco nuvoloso al centro nord e sulla Campania con addensamenti compatti ad evoluzione diurna che sulla dorsale appenninica e sui rilievi alpini nord occidentali potranno dar luogo a qualche locale piovasco; residui rovesci al mattino sul restante meridione, ma in miglioramento dal pomeriggio con ampie schiarite. Estese velature in serata sulle regioni nord occidentali e Sardegna. LUNEDI’ 11MARTEDI’ 12: lunedi’, soleggiato al centro sud con transito di spesse velature, mentre al nord un nuovo peggioramento con precipitazioni associate interessera’ il settore occidentale, ma con tendenza a veloce miglioramento gia’ dalla serata. Martedi’: bel tempo ovunque con estese velature sull’area alpina e sulle regioni centro meridionali tirreniche.