Milano: “Salviamo gli alberi di via Appennini 133”

MeteoWeb

Una decisione incomprensibile quella dell’assemblea dei condomini di viale Appennini di abbattere sette alberi senza manco pensare di sostituirli, accompagnati da un arroganza senza precedenti dell’amministratrice del condominio Marinella Politi che alla nostra richiesta di un confronto chiaro ed aperto sulle motivazioni del taglio degli alberi in una città che vive un drammatico problema di polveri sottili per diversi mesi l’anno come Milano ci risponde minacciando querela“. Cosi Lorenzo Croce presidente di AIDAA e già coordinatore del comitato Olmi di Via Mac Mahon che ha inviato un esposto alla forestale, al settore parchi e giardini del comune di Milano e alla procura e che si appella all’assessore al verde Chiara Bisconti perchè intervenga per bloccare quello scempio. “E’ vero- continua Croce– che in un condominio privato le regole sono diverse da quelle del verde pubblico, ma mi domando come sia possibile voler il taglio di sette meravigliosi alberi, in un condominio dove la maggior parte delle famiglie è composta da anziani che al pomeriggio sotto quegli alberi si raccolgono per stare all’ombra, da quello che abbiamo capito questa signora amministratrice fa il bello ed il cattivo tempo in diversi condomini, appare evidente che voler sostituire come questa signora vuole fare sette alberi con delle siepi è folle, che dietro ci sia solo una politica dei risparmi? Oppure altre cose magari meno chiare e confessabili?“.