Nubi ed instabilità oggi e domani: le previsioni meteo dell’aeronautica militare

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un flusso d’aria temperata e umida continua ad affluire sull’Italia determinando deboli condizioni di instabilita’ sulle regioni piu’ occidentali. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: molte nubi specie al mattino sulle regioni occidentali con locali precipitazioni sul settore alpino e prealpino, in temporanea attenuazione serale; deboli nevicate oltre i 2.000 metri. Cielo sereno o poco nuvoloso sulle restanti aree con estese velature su Lombardia ed Emilia-Romagna. Al mattino formazione di foschie dense e banchi di nebbia sulla pianura padano-veneta, specie sulle zone adriatiche. Centro e Sardegna: addensamenti compatti sulla Sardegna meridionale con qualche piovasco pomeridiano. Condizioni di bel tempo altrove salvo velature, anche estese. Al primo mattino formazione di foschie dense e banchi di nebbia lungo le coste adriatiche e nelle vallate interne, ma in dissolvimento durante la mattinata. Sud e Sicilianuvolosita’ alta diffusa su tutte le regioni, un po’ piu’ consistente in serata sulla Sicilia dove si potranno verificare delle isolate e deboli piogge. Al primo mattino formazione di foschie dense e isolati banchi di nebbia lungo le zone costiere adriatiche e joniche. Temperatureminime in aumento sull’Appennino tosco-emiliano, in diminuzione al sud peninsulare e sulle regioni centrali adriatiche, senza variazioni di rilievo altrove; massime in aumento al nord, piu’ deciso su Veneto e Friuli Venezia Giulia, in diminuzione sulla Sardegna, al sud e sulle regioni centrali adriatiche, generalmente stazionarie sul restante territorio. Venti: moderati dai quadranti orientali sulle due isole maggiori e sulla Calabria, con rinforzi sulla Sicilia meridionale e occidentale; da deboli a moderati settentrionali sulla Liguria; deboli dai quadranti orientali sul resto del Paese. Mari: agitato lo Stretto di Sicilia con moto ondoso in graduale attenuazione serale; da molto mossi ad agitati il Canale di Sardegna ed il Tirreno meridionale; molto mossi il restante Tirreno e il Mare di Sardegna, mossi sottocosta; da mosso a molto mosso il Mar Ligure; mossi l’Adriatico centro-settentrionale e lo Jonio meridionale; poco mossi i restanti bacini.

aeronautica militareIl Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNordcielo molto nuvoloso o coperto su piemonte occidentale e Valle d’Aosta con piogge e qualche rovescio. Attese nevicate in area alpina al di sopra dei 2.000 metri di quota; poche nubi altrove, pero ‘ in aumento pomeridiano sulle aree alpine e prealpine della Lombardia e sul Trentino Alto Adige ma senza particolari fenomeni associati. Schiarite attese, invece su Emilia-Romagna e tra Veneto e Friuli Venezia Giulia nonostante la presenza di foschie densi o banchi di nebbia al primo mattino. Centro e Sardegna: condizioni di bel tempo salvo velature sparse su tutte le regioni che dalla Sardegna si porteranno parzialmente verso il centro peninsulare. Qualche nube bassa sara’ presente durante la prima parte della giornata lungo i litorali di Marche ed Abruzzo. Sud e Siciliaampio soleggiamento ovunque a parte residua nuvolosita’ alta e sottile durante la prima parte della giornata. Nubi basse attese al primo mattino lungo le zone costiere joniche della Calabria e su quelle adriatiche della Puglia. Temperatureminime in diminuzione sulla pianura padano-veneta, in lieve aumento sulle regioni meridionali e sul Lazio, generalmente stazionarie sulle restanti zone; massime in tenue flessione su Piemonte orientale, Lombardia occidentale ed estreme regioni meridionali, il lieve aumento lungo la dorsale appenninica, stazionarie o senza variazioni di rilievo altrove. Venti: deboli o moderati orientali su Sicilia e Calabria centro-meridionale; deboli variabili sul resto del territorio con tendenza a divenire meridionali ed a rinforzare sulla Sardegna per fine giornata. Mari: molto mossi lo Jonio orientale e lo Stretto di Sicilia; mossi il Tirreno, lo Jonio, il Mar di Sardegna ed il Mar Ligure; poco mosso l’Adriatico.