Piogge torrenziali in Argentina, migliaia di sfollati per le inondazioni

MeteoWeb

Oltre ottomila persone hanno dovuto lasciare le proprie case in Argentina, nella provincia di Entre Rios, a causa delle inondazioni degli ultimi giorni. Non solo: anche le province di Corrientes, Santa Fe e Formosa sono state interessate dalla piena dei fiumi provenienti dalle regioni interne. Uno dei fiumi che ha provocato maggiori disagi è il Paranà. Questo fiume, che riceve le acque dell’Iguazu giusto al confine con il Brasile (dove si trovano le spettacolari cascate omonime), è esondato in vari punti della costa atlantica obbligando migliaia di persone a lasciare le proprie case.

calles-Paz-Rios-Jorge-Williams_CLAIMA20160406_0173_17Uno dei centri abitati con maggiori disagi, secondo la stampa locale, è La Paz, città di trentamila abitanti situata a circa centoventi chilometri da Paranà. Qui gli sfollati sono stati 600.

I dati pluviometrici parlano di centinaia di millimetri di pioggia caduti in poche ore, una situazione che ha portato i corsi d’acqua al limite della capacità, con esondazioni diffuse. Ci sono al momento molte strade interrotte e difficoltà di vario tipo ma non ci sono stati comunque danni alle persone.

Proprio pochi giorni fa, il 2 aprile, a Buenos Aires si è celebrata la “marcha de los paraguas”, per ricordare la tragica inondazione del 2 aprile 2013 durante la quale 8 persone morirono nella capitale argentina.

L’Argentina è stata interessata nell’agosto del 2015 da inondazioni molto estese, passate alla storia come uno degli episodi più importanti degli ultimi tempi.