Previsioni Meteo 1° maggio: forte maltempo in tutt’Italia, peggiora da sabato al Nord

MeteoWeb

Nel corso del fine settimana sull’Italia si va confermando un cambiamento del tempo abbastanza significativo, in particolare nella giornata di domenica 1° maggio. Infatti venerdì le correnti occidentali che interesseranno il nostro Paese saranno ancora poco perturbate, mentre dal pomeriggio di sabato si avvicinerà una perturbazione dalla Francia con i primi effetti su estremo Nordovest e Sardegna. Domenica – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteogiornata fresca e all’insegna del maltempo in gran parte del Paese con molte nubi e piogge anche a carattere di rovescio o temporale; questa perturbazione (n. 1 del mese) sarà accompagnata da un vortice ciclonico che lunedì porterà maltempo al Centrosud e martedì ancora all’estremo Sud. Successivamente si profila una fase di tempo stabile e con temperature in deciso rialzo.”

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Oggi nuvolosità variabile su gran parte del Paese, con ampie schiarite al Nord, specie nella seconda parte della giornata, sulla fascia tirrenica e in Sicilia. Al mattino deboli piogge isolate su Abruzzo, Puglia, nord della Calabria e della Sicilia; nel pomeriggio rischio elevato di rovesci o temporali lungo la dorsale appenninica. Fenomeni più isolati e sporadici sulle Alpi. Temperature in rialzo, specie al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. Venti per lo più deboli. Sabato giornata di transizione, inizierà in modo discreto poi si andrà verso un graduale peggioramento. Avremo della nuvolosità variabile in tutto il Paese con le schiarite più ampie nelle regioni di Nordest. Precipitazioni nel pomeriggio all’estremo Nordovest (Valle D’Aosta e nord-ovest del Piemonte) anche sotto forma di rovesci. In serata fenomeni in estensione al resto della pianura piemontese e al nord della Lombardia, con la possibilità di rovesci e temporali. Nelle zone alpine limite delle nevicate in calo sotto i 1500 metri: addirittura su Valle D’Aosta e Alpi piemontesi nevicate abbondanti anche a 700-800 metri tra la notte e la prima parte di domenica. Nel pomeriggio non si escludono sporadici piovaschi su Appennino centrale e zone interne della Sardegna. In serata fenomeni in intensificazione sull’isola. Nella notte maltempo in estensione a tutte le regioni centrali, alla Campania, alla Sicilia occidentale a tutto il Nordovest ed all’Emilia Romagna. Venti in intensificazione a partire dalla serata sulla Sardegna dove giungerà il Maestrale. Temperature massime in lieve e generale rialzo. Domenica giornata di maltempo per il passaggio di una intensa perturbazione nordatlantica la numero 1 del mese ora in transito tra le Isole Britanniche e la Francia. Avremo il rischio di precipitazioni su quasi tutte le regioni italiane, in particolare le zone più perturbate dove pioverà in modo diffuso saranno l’Emilia Romagna, il basso Veneto, la Venezia Giulia, le regioni centrali adriatiche e il Sud Peninsulare. Nel settore tirrenico spiccata variabilità con alternanza di schiarite, rovesci e temporali più probabili sulla Toscana. In Sardegna instabilità con temporali e possibili temporali di neve sul Gennargentu fino a 1000 metri. Al Nordovest maltempo soprattutto nella prima parte della giornata con piogge anche intense sul Piemonte, in graduale attenuazione nella seconda parte del giorno. Nevicate nel settore alpino e prealpino centro-occidentale con quota tra 1000 e 1500 metri e anche a 700-800 metri su Valle D’Aosta e Alpi occidentali. Giornata ventosa, in particolare soffierà un Maestrale anche forte tra Sardegna, medio basso tirreno e Sicilia. Temperature in calo generale anche sensibile. Lunedì in maltempo insisterà al Centrosud, in particolare su medio Adriatico e basso Tirreno. Sull’Appennino centro-settentrionale neve anche a 1300-1400 metri di quota. Venti intensi al Centrosud e sulle Alpi. Tempo in miglioramento al Nord a iniziare da ovest. Martedì sarà ancora instabile all’estremo Sud, successivamente si profila una fase di tempo stabile e con temperature in deciso rialzo.