Previsioni Meteo: piogge e temporali con neve sulle Alpi, crollo delle temperature

MeteoWeb

“Due diverse perturbazioni saranno causa di maltempo in gran parte del Paese. Già nelle ultime 12 ore l’instabilità è aumentata con lo sviluppo di oltre 10.600 fulmini sul nostro territorio. La prima di queste perturbazioni (n°2 del mese), in risalita dal Nord Africa, sta già portando piogge sparse in molte regioni, ma ben presto verrà raggiunta da un’altra perturbazione (n°3) di origine nord atlantica, in questo caso accompagnata da aria decisamente più fresca che determinerà un deciso calo termico fino a oltre 10 gradi in meno rispetto ai valori fuori stagione raggiunti nei giorni scorsi. Questa parentesi perturbata, nell’arco di due giorni ci farà piombare all’improvviso da un clima tipico di maggio o inizio giugno a giornate caratteristiche di metà marzo. Il brusco abbassamento delle temperature tra oggi e domani riporterà anche la neve sulle Alpi, sebbene in generale solo al di sopra dei 1500 metri. Domenica – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteoil graduale ripristino dell’alta pressione favorirà un sensibile miglioramento del tempo a partire dal Centronord e temperature ovunque in deciso rialzo, in vista del ritorno dell’Anticiclone Nordafricano che, nel corso della prossima settimana, ci farà tornare a un clima da inizio estate in molte regioni.

saette fulmini maltempo salento (4)Oggi nubi sparse in tutto il territorio, accompagnate da piogge inizialmente isolate, ma sempre più diffuse e intense col passare delle ore. L’elevata instabilità darà origine anche a dei temporali, localmente di forte intensità, mentre sulle Alpi tornerà la neve oltre i 1500 metri di quota. Le zone, fino a questa sera, meno interessate dai fenomeni saranno la Sardegna e l’area intorno al Mar Ligure. A causa dell’aria fredda che accompagna questa fase di maltempo avremo oggi un primo generale calo termico, maggiormente sensibile sulle regioni centrali. Sabato nuvolosità variabile su tutte le regioni al mattino piogge sparse al Nordest con neve sulle Alpi sopra 1300-1500 metri. Qualche pioggia isolata tra Emilia e pianura lombarda; rovesci isolati su ovest Sardegna e ovest Sicilia. Nel corso della giornata aumenta la probabilità di rovesci e temporali nelle zone interne del Centro e sull’Appennino emiliano, qualche fenomeno anche su coste adriatico centrale. Ancora tempo instabile sulle Isole, al Nordest le piogge tenderanno ad attenuarsi con la possibilità però di qualche rovescio isolato sui rilievi della Lombardia e sul settore appenninico. La sera ancora rovesci o temporali su basso Lazio e Abruzzo; tempo in peggioramento in gran parte del Sud a partire dalla fascia tirrenica. Temperature in calo sulle Isole e al Nordest, con valori che torneranno temporaneamente nella norma o leggermente al di sotto. Venti forti di Maestrale in Sardegna e Canale di Sicilia. Domenica qualche rovescio residuo al Sud e sul nord della Sicilia nella prima parte della giornata ma dal pomeriggio i fenomeni tenderanno ad esaurirsi. Al Centronord e Sardegna ampie schiarite e giornata con tempo prevalentemente soleggiato. Temperature in aumento nei valori massimi al Centronord e Isole. Venti di Maestrale al Sud e di Libeccio sul mar ligure. All’inizio della prossima settimana avremo prevalenti condizioni di tempo stabile, con temperature di nuovo in deciso aumento e al di sopra delle medie stagionali. Mercoledì possibile un nuovo peggioramento a iniziare dal Nord.