Ricerca, Lorenzin: “è necessario rendere più facili gli studi ed i brevetti”

MeteoWeb

Dagli Stati generali della RICERCA sanitaria, in programma domani e giovedì, “usciranno proposte per misure operative o leggi, fra cui una già pronta dedicata al personale della RICERCA, e sarà presentato il nuovo bando per la RICERCA indipendente. Bisogna creare un sistema dove sia più facile fare RICERCA in Italia, brevettare e avere una retribuzione adeguata alle proprie scoperte scientifiche“. Lo ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, oggi a Roma presentando l’evento. Lorenzin ha spiegato che “non sarà un convegno, ma un grande workshop dove le menti italiane più forti si confronteranno per rispondere ad alcune grandi questioni relative alle linee di azione dei prossimi anni. L’obiettivo è fare sistema, creare una piattaforma fra ricercatori, una sorta di ‘community’ coinvolgendo anche chi lavora al di fuori del Paese: questi ricercatori sono un nostro patrimonio, abbiamo speso 400 mila euro l’uno per formarli e ora creano valore“.

Il bando per la RICERCA finalizzata ministero della Salute e il bando per la RICERCA indipendente Aifa per il 2016 immetteranno nel sistema circa 180 milioni di euro, molti dei quali destinati a giovani ricercatori. “Lo scopo ultimo – ha concluso il ministro – è creare un sistema di RICERCA per cure sempre più avanzate con farmaci, device, macchinari innovativi, che l’Italia non deve solo acquistare o produrre, ma fare RICERCA“. Infine il ministro ha evidenziato la necessità di “tenere sempre alto il livello degli Irccs in Italia: è come curare un giardino, che se impostato bene cresce, ma se non gli si dà acqua e concime perde la sua bellezza“.