Salute: bimbi sempre meno attivi, essenziali cibi sani e giornate all’aperto

MeteoWeb

Sembrerebbe che i bambini siano sempre meno attivi. E’ essenziale dare più spazio alle giornate all’aria aperta dando spazio ai giochi più diversi. “L’imperativo e’ muoversi“, spiega Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport, “il principio fondamentale e’ che i bambini traggano piacere dall’attivita’ fisica, qualunque essa sia“. E osserva: “Ci sono giochi che stimolano i bambini a muoversi con scaltrezza, mettendo in gioco tante qualita’ diverse. Dal momento che nella maggior parte dei classici giochi l’ingrediente fondamentale e’ la corsa, un bambino puo’ arrivare a consumare mediamente anche 100-120 kcal in 30 minuti“. E’ anche importante dare spazio alla merenda, necessario per far reintegrare i nutrienti consumati. Una soluzione pratica e igienica al parco e’ rappresentata dalla classica merendina“, osserva il nutrizionista, possibilmente scelta tra le piu’ semplici e le meno farcite, in modo da essere meno grassa e facilmente digeribile e accompagnata sempre da una bottiglietta d’acqua per reidratarsi. In alternativa, una porzione di frutta ricca di acqua e sali minerali: una pera, una mela o una banana. Andando incontro all’estate spazio anche a pesche, albicocche, susine e ciliegie“. La ricerca Doxa/Unaitalia “Le mamme e l’alimentazione dei loro figli” ha raccolto le opinioni di 5 milioni di italiane ed ha rivelato che il 90% sceglie prodotti made in Italy. Le madri, su questo tema sono molto ansiose. Secondo la ricerca, a mettere in ansia e’ soprattutto il timore che i figli non seguano una dieta equilibrata (61%) e non consumino a sufficienza frutta e verdura (55%). La carne compare nel menu in media 3 volte a settimana, con una spiccata preferenza per il pollo, presente in media 2 volte a settimana.