Spazio: il servizio satellitare Egnos potrà essere utilizzato in missioni di soccorso

MeteoWeb

Il servizio satellitare Egnos sviluppato dall’Agenzia Spaziale europea, impiegato dalla Danimarca per il suo servizio di ambulanze aeree potrà essere utilizzato anche negli aeroporti e nelle missioni di soccorso aiutando così a decollare in modo sicuro e preciso anche con condizioni meteorologiche sfavorevoli. Egnos è stato realizzato in collaborazione con la Commissione Europea e l’agenzia del traffico aereo Eurocontrol e fornisce il posizionamento preciso verticale e orizzontale oltre a consentire al pilota di fare a meno sugli indizi visivi e affidarsi di più a quelli strumentali. In questo modo le operazioni di atterraggio e decollo diventano meno problematiche. Il servizio gestito dalla Air Ambulance norvegese è il primo ad utilizzare un sistema satellitare europeo innovativo che rende il volo più sicuro. Prima di essere adottare, il 10% delle operazioni veniva annullato a causa del maltempo. Il sistema Egnos si basa su satelliti geostazionari e su una rete di stazioni di terra che corregono i segnali Gps, che potrebbe coprire la posizione dell’utente. Le correzioni sono trasmesse in tempo reale ai ricevitori Egnos posizionati su elicotteri, aerei, veicoli marittimi e terrestri. Chiunque sia dotato di un ricevitore Egnos può usufruire dei dati di posizionamento in modo gratuito. I piloti devono seguire le procedure di avvicinamento per i vari punti di atterraggio. Egnos potrebbe migliorare l’accesso ad alcuni aeroporti.