Tartarughe marine: l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia diventa referente nazionale

MeteoWeb

Raggiunge un importante traguardo l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia: il Centro regionale di monitoraggio e recupero delle tartarughe marine diventa Centro di referenza nazionale. Con decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il Centro è infatti stato istituito dal ministero della Salute e sarà inaugurato lunedì, alle 15, dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin in visita a Palermo. Un passaggio significativo di competenze che l’Istituto vuole sottolineare liberando in mare per l’occasione due tartarughe, una Caretta Caretta e una Chelonia mydas, dotate di un localizzatore satellitare. Lilo & Stitch, dai nomi dei personaggi di Walt Disney, verranno liberate in mare nella caletta di Sant’Erasmo, al Foro Italico, e grazie al sofisticatissimo meccanismo tecnologico prodotto in America e utilizzato per la prima volta in Sicilia, forniranno agli studiosi particolari sulla vita di questi meravigliosi esemplari marini. Alla liberazione, oltre al ministro Lorenzin, saranno presenti il presidente della commissione Ambiente al Senato Giuseppe Marinello, l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, il commissario straordinario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia Salvatore Seminara, il direttore sanitario dell’Izs Santo Caracappa e il presidente dell’Autorità portuale di Palermo Vincenzo Cannatella.