Terremoto: Mise, in arrivo 12 milioni per incentivi sul cratere aquilano

MeteoWeb

Nuovi incentivi per una cifra pari a 12 milioni di euro sono in arrivo per rilanciare il cratere sismico aquilano colpito dal TERREMOTO otto anni fa, il 6 aprile del 2009. Si tratta di agevolazioni rivolte a iniziative imprenditoriali mirate a rafforzare l’offerta turistica e a valorizzare le eccellenze del territorio. Lo comunica il Mise spiegando che, a partire dal prossimo 9 giugno, sarà possibile presentare domanda per richiedere gli incentivi per iniziative imprenditoriali mirate a rafforzare l’attrattività e l’offerta turistica nel territorio. Per stimolare lo sviluppo economico e sociale del territorio, a partire dalla valorizzazione del patrimonio naturale, storico-culturale sono previste due misure agevolative.

La misura I finanzia progetti per il potenziamento dell’offerta turistica integrata, si rivolge a piccole e medie imprese esistenti e a chi vuole avviare una nuova iniziativa. Agevola iniziative in tutti i comparti economici purché finalizzate alla valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico, culturale o alla promozione delle produzioni riconducibili alle tradizioni locali. Tale misura finanzia programmi di investimento compresi tra 25 mila e 500 mila euro con un contributo a fondo perduto che può arrivare fino all’80% delle spese ammissibili entro un tetto massimo di 200 mila euro. Nei primi 6 mesi è dedicata alle iniziative che si localizzano nei comuni del Cratere ad esclusione del comune di L’Aquila.

Per la prima misura, le domande possono essere presentate, esclusivamente online sul sito di Invitalia, a partire dalle ore 12 del 9 giugno 2016 e fino a esaurimento delle risorse. Le richieste saranno esaminate in base all’ordine di presentazione. Dopo la verifica formale, è prevista una valutazione di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia. La misura II invece finanzia progetti innovativi per la valorizzazione e la promozione delle eccellenze del territorio. Si rivolge esclusivamente a imprese già operative, finanzia progetti innovativi di promozione delle eccellenze locali che contribuiscono a potenziare l’offerta turistica, come ad esempio l’organizzazione di eventi culturali, i portali web per la promozione di prodotti tipici o itinerari gastronomici, ed altro.

Prevede un contributo a fondo perduto per coprire fino all’80% delle spese, fino a un massimo di 35.000 euro per progetti realizzati da una singola impresa o di 70.000 euro per progetti presentati da consorzi o associazioni di impresa. Per la misura II, le domande possono essere presentate, esclusivamente online sul sito di Invitalia, a partire dalle ore 12.00 del 9 giugno 2016 e fino alle ore 12 dell’8 settembre 2016. Tutti i progetti saranno valutati e agevolati in base alla posizione in graduatoria. Complessivamente sulle due misure sono disponibili 12 milioni di euro di cui 9 milioni sulla misura I e 3 milioni sulla misura II.