Tumori: a Pisa arriva un nuovo metodo per curarli

MeteoWeb

Un uomo di 62 anni colpito dalla carcinosi del peritoneo, una rara forma tumorale, è stato operato da un’equipe dell’Azienda ospedaliera universitaria di Pisa guidata da Piero Lippolis, che ha utilizzato una tecnica molto complessa: il trattamento multimodale seguito da chemioterapia ipertermica intraperitoneale. La carcinosi è un’evoluzione delle neoplasie del colon-retto e dell’ovaio e finora è considerata incurabile e trattata con chirurgia palliativa e chemioterapia. La tecnica dell’intervento prevede la rimozione delle cellule tumorali attraverso una procedura, denominata Hipec, che integra chemioterapia e ipertermia. Nell’addome del paziente vengono introdotti anche dei farmaci chemioterapici che vengono mantenuti ad una temperatura costante di 42-43 gradi. Le cellule sono più facili da rimuovere quando sono sottoposte ad alte temperature e sono più sensibili ai farmici. Questi interventi sono molto lunghi. Infatti, l’equipe ha lavorato per oltre 10 ore ed è richiesto il coinvolgimento di un gran numero di specialisti. I pazienti candidati alla procedura vengono valutati dalle unità operative di Oncologia medica e di Ginecologia.