Una congiunzione ed un’occultazione in poche ore: la Luna e Venere danno spettacolo nel cielo di aprile

MeteoWeb

La prima congiunzione del mese di aprile sarà “mattutina”, precedendo di poco le luci dell’alba: sarà prima del sorgere del Sole che potremo infatti ammirare Venere sull’orizzonte orientale (la cui visibilità va ormai annullandosi) mentre si avvicina ad una sottile falce di Luna (il novilunio sarà il 7). Pochissimi minuti per ammirare la congiunzione, che svanisce a causa della luce solare.

Da non trascurare un altro evento connesso e degno di nota: intorno alle 09:11 (con termine intorno alle 10:19), in pieno giorno, la Luna occulterà Venere: saranno a circa 16 gradi di distanza angolare dal Sole, cosa che renderà l’osservazione più ardua. Si tratta di un fenomeno alquanto raro, che in Italia (salvo l’evento del 2010) è stato osservato l’ultima volta ben 8 anni fa.

L’occultazione sarà osservabile con uno strumento ottico (un binocolo o un piccolo telescopio, opportunamente schermati), o anche fotocamere con un buon teleobiettivo (fra 135 e 200 millimetri). Si raccomanda particolare attenzione data la delicatezza dell’osservazione diurna: la luce del Sole è infatti così intensa che anche con uno sguardo fugace alla nostra stella, con o senza telescopio, se non si dispone di specifica protezione, la retina può subire gravi danni. Se possibile, è importante mantenere il Sole nascosto alla vista, magari scegliendo una postazione dalla quale risulti coperto da un ostacolo.

Congiunzione Luna-Venere all'alba
Congiunzione Luna-Venere all’alba