Vaccini contraffatti: scandalo in Cina, sanzionati e licenziati 357 funzionari locali

MeteoWeb

Ben 357 funzionari delle amministrazioni locali in Cina sono stati licenziati o sanzionati per lo scandalo sulla vendita dei vaccini per bambini mal conservati o contraffatti. Il governo di Pechino ha preso la drastica decisione in base ai documenti rilanciati dall’agenzia Nuova Cina, ha annunciato nuove misure per rafforzare i controlli.

Lo scandalo ha per ora individuato 192 casi penali in tutto il Paese e portato all’arresto di 202 persone a seguito delle indagini capillari, mentre 45 gruppi sono stati coinvolti nell’inchiesta a titolo di “commercio improprio di vaccini“.

Le nuove norme vietano ai venditori all’ingrosso di trattare i vaccini che da adesso saranno tracciabili dalla produzione all’uso finale seguendo norme ad hoc in merito a refrigerazione e trasporto. Lo scandalo è emerso a marzo quando la Food and Drug Administration, l’autorità di vigilanza sul settore, ha scoperto che nove compagnie stavano rivendendo vaccini impropriamente conservati o scaduti.