Whatsapp vs Washington, il sistema end-to-end potrebbe creare nuovi dissapori

MeteoWeb

Dopo il datagate (lo scandalo sulla sorveglianza da parte del governo) continua la battaglia tra il governo americano e le aziende della Silicon Valley. La Silicon Valley ha così deciso di aumentare gli sforzi per criptare le conversazioni ed i dati. A conferma di ciò arriva l’annuncio di WhatsApp, secondo cui tutte le conversazioni, foto e video sono protetti da un sistema end-to-end. Il sistema è già utilizzato da Apple in iMessage e in FaceTime e garantisce di visualizzare i dati solo alle due persone delle chat.Questo si aggiunge alla decisione di Apple di aiutare l’Fbi di accedere all’iPhone di Syed Rizwan Farook, il killer di San Bernardino. Anche Yahoo ha deciso di estendere la tecnologia end-to-end a tutti i suoi servizi di e-mail e così anche Google.

La decisione, da parte di WhatsApp, arriva per poter rendere più sicura e tenere lontani gli hacker ed i governi troppo oppressivi. Questo potrebbe portare a nuovi scontri con il governo americano o incentivare gli altri gruppi a seguirne le orme.